Netflix “apre” una palestra. E gioca la carta fitness contro il calo abbonati

Condividi

Già pronti più di 40 video con i trainer di Nike. Ma le previsioni sulle sottoscrizioni non sono rosee

Mentre prepara il giro di vite sulle password, Netflix invita i suoi abbonati a cominciare a muoversi. Da qualche giorno la piattaforma in streaming ha messo a disposizione del suo pubblico 46 video di allenamenti per un totale di 30 ore di programmazione.

L’accordo con Nike e il suo Training club

Dallo yoga ai principi di base del fitness, dall’allenamento ad alta intesità a quello per addominali di ferro. L’iniziativa è stata resa possibile dall’alleanza con Nike Training Club, l’app atletica del gigante dell’abbigliamento da sport.
Altri 43 video saranno pubblicati nel corso del 2023. La palestra virtuale Netflix-Nike è aperta in tutto il mondo e le lezioni saranno a disposizione degli abbonati in varie lingue tra cui l’italiano.

Previsioni a ribasso per gli abbonamenti

Se per Nike l’alleanza è un modo di combattere la concorrenza di Peloton, grazie all’accesso ai 223 milioni di abbonati Netflix, per il gigante dello streaming il fitness diventa una delle strade da percorrere per contenere e possibilmente recuperare sottoscrizioni.

In aprile Netflix ha riportato per la prima volta in oltre un decennio la perdita di 200 mila abbonamenti, a cui si sono aggiunti altri 970 mila esodi in luglio. E le stime per i prossimi mesi continuano ad essere non proprio ottimistiche.
Secondo i dati appena diffusi da Ampere Analysis, nel solo Regno Unito gli abbonati alla piattaforma guidata da Reed Hastings in 2 anni caleranno di 700mila unità. Ai 500mila addii registrati nel 2022, se ne dovrebbero aggiungere altri 200 mila nell’anno appena cominciato