Vladimir Putin (Foto Ansa)

Ue contro Mosca su repressione media: cittadini senza fonti indipendenti

Condividi

La libertà di informazione, l’attacco, è nella dichiarazione dei diritti umani “di cui la Russia è firmataria”

Dura condanna Ue alla repressione che il Cremlino sta portando avanti contro i media indipendenti in Russia e quelli stranieri attivi nel paese.
A esprimerla la portavoce della Commissione europea Nabila Massrali, nel corso del briefing quotidiano con la stampa, interpellata in particolare sul fatto che un giornalista investigativo bulgaro sia stato posto in una lista dei ricercati di Mosca.

Nabila Massrali
Nabila Massrali

“L’Ue condanna la continua repressione dei media russi indipendenti e il blocco dell’accesso ai siti stranieri. Le autorità russe cercano di privare i cittadini russi di fonti di informazione indipendenti sulla guerra che la Russia sta conducendo in Ucraina e sulle atrocità commesse dalle forze russe”.

“Ricordiamo alla Russia che la libertà di informazione è un diritto fondamentale sancito dalla dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, di cui la Russia è firmataria”, ha detto ancora.
Per poi chiosare: “Condanniamo la repressione dei media russi e di tutti i media”.