Elon Musk (foto Ansa)

Twitter mette all’asta i suoi cimeli dalla sede di San Francisco

Condividi

Elon Musk sembra intenzionato a proseguire la suo opera di pulizia in Twitter. Sul sito della Heritage Global Partners, società di servizi di consulenza e aste, sono stati messi in vendita online centinaia di oggetti della sede del social a San Francisco.

Dalle sedie ai tavoli, ai pc, dagli oggetti della cucina della sede, dove Elon Musk ha abolito il pranzo gratuito, fino alla macchina del caffè La Marzocco, tra gli oggetti spunta anche la statua con l’uccellino azzurro, simbolo della società, e l’iconica scultura a forma di chiocciola. Ovviamente tra gli articoli più contesi.

Due dei lotti all’asta

Affitti non pagati

Nei giorni scorsi sui media americani è circolata la notizia che, dall’arrivo di Elon Musk, la società avesse smesso di pagare l’affitto della sede di San Francisco, finendo in causa con il proprietario. Allo stesso modo, risultano fermi i pagamenti per altri uffici in giro per il mondo, tra i quali anche quello di Singapore, quartier generale in Asia.