Marco Durante (foto LaPresse)

LaPresse entra nel segmento audio con la divisione podcast

Condividi

LaPresse lancia una divisione podcast. La novità rappresenta un nuovo tassello nel percorso di sviluppo che l’agenzia di Marco Durante ha intrapreso negli ultimi tempi e che l’hanno vista protagonisca anche di una espansione internazionale, e il recente ampliamento dell’accordo con Associated Press.

Contenuti

La divisione podcast si occuperà principalmente di informazione, con contenuti disponibili su tutte le piattaforme (Spotify, Apple Podcast, Google Podcast, ecc), e offrirà i propri servizi sia agli editori che alle aziende, in Italia e negli altri paesi nei quali è presente.

Si parte con due notiziari, già disponibili: LaPresse Breaking News, quattro volte al giorno, in 2 minuti, racconta le principali notizie dall’Italia e dal mondo; e LaPresse Sport News, quotidiano di informazione sportiva.
Ma sono in preparazione due nuove produzioni sull’attualità e l’edizione statunitense, in lingua inglese, di LaPresse Breaking News. La divisione sta lavorando alla creazione di serie originali di informazione e intrattenimento offerti con una programmazione in streaming e in diretta.

Il mercato del podcast in Italia

Secondo l’Ipsos Digital Audio Survey, in Italia gli ascoltatori di podcast nel 2022 sono stati circa 11,1 milioni, in una fascia d’età tra i 16 e i 60 anni, ben 1,8 milioni in più rispetto all’anno precedente. Si è passati dal 31% al 36% della quota di mercato, l’incremento più consistente registrato da quando è iniziato il monitoraggio Ipsos sul segmento podcast.

“I podcast rappresentano un’opportunità preziosa per il mondo editoriale, dell’intrattenimento e della comunicazione aziendale e istituzionale”, ha commentato Durante, sottolineando quanto gli audio possano offrire “un’esperienza di fruizione attenta e coinvolta che consente di arrivare ad un pubblico consapevole, una caratteristica che può aprire interessanti scenari per gli editori e per i brand”.