Viareggio (e Sgarbi) festeggiano i 150 anni del Carnevale

Condividi

La claque attivissima. La richiesta continua di applausi e applausi e applausi. I balletti improvvisati in sala. Il fischietto in accompagnamento.
Sarà l’entusiasmo del ritorno alla festa e al liberi tutti. Ma quella che chiamano conferenza stampa assomiglia più a un happening. Tanto che la stampa in questione viene pure dimenticata e i colleghi sono costretti a rivendicare uno spazio domande di cui nessuno – fra un saltello e un urletto – si ricordava.
Il Carnevale di Viareggio compie 150 anni e così si annuncia. D’altra parte, come dice il titolo della nuova edizione: ‘Che la Festa cominci…’.

Sul carro di Betty Wrong

Una grande kermesse dove, più che parlare della manifestazione, si è preferito dilungarsi su ciò che le sta a lato.
Ossia, sulle iniziative che la neo “compagna di viaggio” Elisabetta Sgarbi ha messo all’opera.
A partire da ‘La maschera ride’, canzone ufficiale della manifestazione 2023 scritta dagli Extraliscio, e il riarrangiamento di ‘Festa di gioventù’, dello stesso gruppo su cui Betty Wrong (alias Sgarbi) punta da tempo.
Ci sarà un montaggio – cura di Eugenio Lio ed Elisabetta Sgarbi – del ‘Carnevale di Viareggio nel tempo’ con le immagini più significative dal 1925 al 2022. Uscirà anche un numero speciale di Linus dedicato all’anniversario, e ci sarà la mostra con tutte le copertine della rivista dalla nascita.

Elisabetta Sgarbi e gli Extraliscio

Quanto vale Carnevale

Ma fra una mostra e una canzone, che cosa ne sarà del vero Carnevale?
Esplicitamente interrogata, la presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio Maria Lina Marcucci spiega che 9 saranno i carri in prima categoria (quella con installazioni alte più di 12 metri e che costano 135 mila euro l’una), 4 quelli della seconda (sotto gli 11 metri, valore 65 mila euro). Ci saranno poi le mascherate di gruppo e quelle singole.
Il budget totale è 4,5 milioni di euro. 1,6 di questi arrivano dalle istituzioni, Regione, Comune, Cassa di risparmio di Lucca. 100 mila euro sono del fondo Fus, che si spera sarà rinnovato anche con il nuovo governo. Il resto, che nell’ultima edizione pre Covid è stato di 3,4 milioni, arriva dai biglietti e circa 400 mila euro dagli sponsor. Fra questi, nuovo arrivato del 2023 è Intesa Sanpaolo.
A fronte degli investimenti, circa 2 milioni di euro vanno alle aziende che organizzano il Carnevale.

Elisabetta Sgarbi, la presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio Maria Lina Marcucci, l’assessore alle Politiche culturali ed educative del Comune di Viareggio Sandra Mei. Ai lati, le maschere di Burlamacco e Ondina.


Nato fra le stradine del centro con carrozze prese d’assalto dai ragazzi che ironizzavano sui lucchesi, allora padroni della città, il Carnevale oggi è diventato famoso in tutto il mondo. Dalla manifestazione, che si inaugura il 4 febbraio e durerà fino al 25, Viareggio trae in un solo mese un indotto valutato sui 40 milioni di euro.

Guerra, pace e Musk

A declinare il tema dell’anno 2023 ‘Che la festa cominci’, i carri hanno scelto quest’anno temi soprattutto di guerra e pace, e soggetti a favore dell’ambiente. C’è però anche chi si è esercitato con Elon Musk o con l’ex senatore Pillon. E chi ha voluto lanciare un messaggio ‘Meraviglioso’ contro il clima depressivo del periodo.
Per la prima volta, fuori concorso, anche il carro di una rete radiofonica nazionale privata: m2o, che presenta un carro allestito come una discoteca. Dove, il 4/2 sarà organizzato un dj set con Albertino e Fargetta.
Poi, una volta concluso il Carnevale, tutto svanirà? Da quest’anno, no: vengono realizzati alcuni NFT con i carri, a memoria futura,