Giulietti (Fnsi): Papa Francesco ci invita a non usare parole come pietre ma come ponti

Condividi

“Papa Francesco, da dieci anni, parla ai credenti e ai non credenti. E ci invita sempre a usare le parole non come pietre per uccidere le differenze, ma per costruire i ponti dell’incontro e dell’accoglienza”. A ricordarlo – ripreso da Adnkronos – è Giuseppe Giulietti, presidente della Fnsi, Federazione nazionale della Stampa, il sindacato unitario dei giornalisti italiani, intervenendo al convegno organizzato dall’Ordine dei Giornalisti del Lazio al convento Massimiliano Kolbe di Roma dal titolo ‘Comunicare: le dieci parole di Papa Francesco’, in occasione del decennale di inizio pontificato.

“Nel messaggio di quest’anno, il pontefice parla di ascoltare con il cuore e di illuminare le periferie – osserva Giulietti – Ed è un messaggio molto intelligente, perché ci dice che se non illuminiamo le periferie e tutti i conflitti, quei conflitti ci entreranno in casa. E quindi, è un messaggio da ascoltare, su cui riflettere e magari utilizzare quotidianamente nel nostro lavoro di giornalisti”.