ando Maria Sileoni, segretario generale della Fabi (foto Us)

Brilla la comunicazione 2022 della Fabi

Condividi

Mentre si sta aprendo l’importante stagione del rinnovo del contratto di lavoro dei bancari, alla Fabi, Federazione Autonoma Bancari Italiani, si è fatto il bilancio dei risultati raggiunti nella comunicazione durante il 2022, un lavoro propedeutico per dare peso e visibilità all’azione del sindacato.

Sono numeri importanti quelli che può mostrare Francesco De Dominicis, direttore della comunicazione di Fabi. Gli articoli sui quotidiani sono 1.049 (+44% rispetto al 2021), le uscite in radio 57 (+148%), i servizi e le interviste in tv 254 (+185%), gli articoli su internet 2.437 (+61%), i video pubblicati su YouTube 437 (+182%), i servizi della FabiTv 324 (+15%), le notizie su Fabi.it 507 (+50%), i follower su Linkedin 9.011 (+239%), i contatti su Facebook 571.688 (+70%).

“C’è stata una attività di comunicazione in una forte crescita”, dice De Dominicis, “il risultato di un grande lavoro di squadra, fatto con la cura dei dettagli, attenzione alle notizie, e spirito di collaborazione con i colleghi dei media, sia italiani, sia internazionali. Numeri che testimoniano come la Fabi si è affermata come un soggetto credibile, autorevole, non solo nel campo sindacale”.

Un ruolo importante lo ha giocato il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni (nella foto), che ha contribuito a far compiere all’organizzazione un salto di qualità grazie alla sua visione, senso politico e grinta uniti ad una straordinaria capacità comunicativa. E così nel tempo, è cresciuto il peso della Fabi rispetto ai suoi vari interlocutori: banche, associazioni datoriali, organizzazioni sindacali, istituzioni, governo, amministrazioni territoriali, partiti politici, organismi di vigilanza e autorità, lavoratrici e lavoratori, e cittadini.
Infatti è stato sempre più rilevante l’impegno verso la clientela bancaria, con moltissime analisi e ricerche, puntuali e assai apprezzate da tutte le testate giornalistiche. “Un impegno”, spiega De Dominicis, “che risponde all’esigenza, avvertita dal vertice dell’organizzazione, di fare sindacato con una logica non ordinaria e con un alto senso di responsabilità sociale. Inoltre preoccuparsi dei clienti delle banche è un modo per seguire da vicino i problemi quotidiani delle lavoratrici e dei lavoratori bancari”.

Francesco De Dominicis, giornalista, da 5 anni direttore della comunicazione di Fabi, dove ha portato le sue esperienze di lavoro a Libero, alle relazioni esterne dell’Abi, a Finanza&Mercati, a Milano Finanza e a Radio24; oltre ad avere diretto il Giornale dei comuni dell’Anci.

Tante, dunque, le iniziative di carattere sociale, in particolare quelle nel campo dell’educazione finanziaria, con campagne dedicate agli studenti certificate dal ministero dell’Economia e dall’Ocse.

Tra le varie iniziative informative la rubrica settimanale ‘Fabi risponde’, in onda tutti i mercoledì sul canale tv Class Cnbc, dedicata all’operatività dei bancari e degli addetti ai mercati finanziari: una decina di dirigenti sindacali della Federazione autonoma bancari italiani a turno spiegano, in pochi minuti, le novità e le norme italiane ed europee.