Inigo Lambertini (Foto Ansa)

A Venezia il Ministero degli Esteri racconta l’Italia alla stampa britannica

Condividi

Sono ormai 27 anni che l’Ambasciata d’Italia a Londra organizza a Venezia un seminario al quale invita una quarantina di giornalisti ed esperti britannici e italiani. Anche quest’anno per 3 giorni l’ambasciatore Inigo Lambertini ha riunito i migliori editorialisti inglesi con i dirigenti delle aziende sponsor che sostengono l’iniziativa: da CNH Industrial a Eni, Leonardo, Intesa Sanpaolo, Trenitalia, Atlantia, Snam, Algebris, Legance. L’ambasciatore Lambertini ricorda che questo “è il più importante esercizio di public diplomacy della rete diplomatico-consolare italiana. Un un’iniziativa che permette ai rappresentanti del governo e del mondo economico-finanziario italiano di illustrare a grandi giornalisti del Regno Unito i risultati più importanti dell’Italia in politica estera e politica economica”.


Il Seminario 2023 si è svolto il 27 e 28 gennaio 2023 presso la Scuola Grande San Giovanni Evangelista e, per la prima sessione dei lavori, a bordo di un Frecciarossa dedicato, messo a disposizione da Trenitalia. Il treno ha viaggiato da Milano a Venezia per offrire agli ospiti un’esperienza diretta di mobilità sostenibile, massima espressione di unità del Paese e strumento di crescita e benessere.

Tra i partecipanti della XXVII edizione, 24 autorevoli giornalisti, provenienti sia dalla carta stampata, sia dalla televisione (Financial Times; The Times; Independent; Guardian; Observer; Daily Telegraph; Daily Mail; Evening Standard; Reuters; Economist; BBC News; Bloomberg) e 8 corrispondenti italiani (la Repubblica; Mediaset; Sky TG 24; Corriere della Sera; Rai; il Giorno; il Sole 24 Ore).


Resta sempre molto alto l’interesse dei media per un’iniziativa che, grazie al confronto aperto ed informale tra i partecipanti, permette di raccogliere direttamente da esponenti di profilo governativo e da leader del mondo economico nazionale spunti originali sull’attualità politica, economica e sociale del Paese. Quest’anno in particolare è intervenuto il Ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida, oltre ai vertici delle aziende sponsor.

I lavori dell’edizione 2023 si sono concentrati su:

  • Il cambiamento del contesto geopolitico internazionale (sessione di apertura sul Frecciarossa dedicato, intitolata: “Global order after Covid and Ukraine War: how the international geopolitical context changes and the challenges for Italy, UK and the EU.”).
  • la candidatura di Roma quale sede di EXPO 2030 (sessione di apertura della giornata dei lavori il 28 gennaio, intitolata: “Expo – an Italian challenge.”).
  • Le principali conseguenze dell’invasione dell’Ucraina un anno dopo (nella sessione intitolata: “One year after the invasion of Ukraine.”).
  • Prospettive economiche per l’Italia nel 2023 (nella sessione conclusiva, intitolata: “Growth, recession and prices. Prospects for Italy in 2023.”).

A conclusione del Seminario, l’Ambasciatore d’Italia a Londra Inigo Lambertini ha letto un messaggio di saluto del Ministro degli Esteri Antonio Tajani. E naturalmente anche quest’anno, il seminario ha offerto l’occasione al gruppo di media-leader britannici di partecipare ad alcuni eventi a margine, per scoprire diverse realtà culturali di nicchia e progetti di particolare interesse sulla città di Venezia, creando dei momenti di networking utili ad incoraggiare scambi diretti tra gli speakers, gli sponsor ed i rappresentanti della stampa britannica.