Sabato, domenica e lunedì. All’opera, al cinema, in teatro

Condividi

A Genova, omaggio al cinema iraniano indipendente. A Torino, Mozart riletto in chiave napoletana. Alla Scala di Milano, il debutto di un soprano americano. In teatro, incontri alieni e una serata da ridere

Angela Meade

La duchessa debuttante

Sabato, si esibisce per la prima volta sul palcoscenico della Scala Angela Meade. Il soprano americano ha debuttato nel 2008 al Metropolitan di New York con un altro Verdi, ‘Ernani’. Da allora, ha girato anche molti teatri d’Europa, e in Italia si è esibita fra gli altri all’Arena di Verona e al San Carlo di Napoli. Al Teatro alla Scala arriva oggi (con replica il 21/2), sostituendo Marina Rebeka nei panni della Duchessa Elena.

Fare cinema in Iran

Sabato, all’interno della rassegna ‘Free Cinema Iran’, il Cinema City di Genova torna a proiettare ‘Il cliente’. Il film, diretto da Ashgar Faradi, nel 2017 vinse l’Oscar come miglior titolo straniero. Obiettivo della rassegna è anche puntare l’attenzione su attori e registi dissidenti, alcuni dei quali hanno scelto l’esilio, mentre altri sono rimasti nel Paese e sono finiti in carcere. Come è successo al regista Jafar Panahi, da poco scarcerato dopo 7 mesi di prigione.

‘Tutta la bellezza e il dolore’

La bellezza e il dolore dell’Oscar

Tre giorni in sala, da domenica a martedì, per ‘Tutta la bellezza e il dolore’, distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection. Il film di Laura Poitras ha già vinto il Leone d’oro all’ultima Mostra del cinema di Venezia. Adesso – il 13 marzo – concorre all’Oscar come miglior documentario. Lo ha diretto Laura Poitras, già premiata dall’Academy per ‘Ctizenfour’. Qui, racconta la storia di Nan Goldin, fotografa e attivista che si batte contro contro la famiglia Sackler e la sua casa farmaceutica che ha provocato negli anni una ‘epidemia di oppioidi’, con conseguenti morti per overdose.

Sulla nostra pelle

Sabato e domenica, all’Hotel Crowne Plaza Milan Linate di San Donato Milanese, si svolge l’undicesima Tatuami -Tattoo Convention’. Si riuniscono 180 tatuatori di tutti gli stili, alcuni anche autori dei geroglifici che hanno voluto su di sé Jake La Furia, Emis Killa, Tananai. Le novità dell’anno sono alcuni artisti internazionali, sudamericani (il colombiano Leonardo Tattoos ridisegna corpi interi) e giapponesi. Nei due giorni della manifestazione, si possono ammirare i dipinti di maestri del tatuaggio, ma si possono anche sperimentare i tattoo sulla propria pelle.

Così fan tutte a Napoli

Sabato e domenica, Mozart in salsa napoletana. Dorabella e Fiordiligi, testimonianza lirica che la fede delle femmine è come l’araba fenice, al Teatro Gobetti di Torino sono protagoniste di un arrangiamento del ‘Così fan tutte’ mozartiano, per la regia di Giuseppe Miale di Mauro. Una Napoli “libertina e cosmopolita, colta e scurrile”, come la definisce uno degli arrangiatori, Mario Tronco, diventa l’ambientazione della storia rivissuta dalle sorelle come un flashback. Mentre il libretto di Andrej Longo attinge al dialetto.

Teatro per alieni

‘Carbonio’, scritto e diretto da Pier Lorenzo Pisano (che anche lo interpreta, con Federica Fracassi e Angelo Pisano), spettacolo fantascientifico di incontro con altri mondi, continua ad andare in scena al Piccolo Teatro fino al 26/2. Ad accompagnare lo spettacolo, lunedì al Planetario di Milano la compagnia e il conservatore del Planetario Flavio Peri dialogano con il pubblico impegnandolo in un ‘Corso di lingue per alieni’. L’incontro-conferenza ricostruisce i tentativi di comunicare con eventuali extraterrestri, a partire dal Voyager Golden Record, il disco con alcune informazioni chiave sulla storia dell’umanità che la Nasa lanciò nello spazio nel 1977.

Gabriele Cirilli

Ridere ancora

Si intitola ‘Duepuntozero’ lo spettacolo con cui lunedì – al Teatro Manzoni di Milano – Gabriele Cirilli torna in scena. Attraverso i diversi generi della comicità l’attore nato alla scuola di Gigi Proietti (e poi passato dal teatro al cinema e alla tv, dove l’anno scorso ha preso parte al ‘Cantante mascherato’) si esibisce con gag, canzoni, monologhi. A firmare lo spettacolo, anche la moglie di Gabriele, Maria De Luca, e il figlio Mattia, poco più che ventenne.