Thierry Breton (foto Ansa)

Tlc, Breton: consultazione per chiedere a Big Tech contributi sui costi di rete

Condividi

L’annuncio, spiega il commissario Breton, da Barcellona a fine mese

L’Unione Europea lancerà presto una consultazione sulla possibilità di richiedere alle Big Tech un contributo per i costi delle infrastrutture di rete. A confermarlo il commissario al mercato interno Thierry Breton.
L’annuncio, scrive Reuters, potrebbe arrivare nelle prossime settimane, dal Mobile World Congress di Barcellona, in programma dal 27 febbraio al 2 marzo.

Secondo le ipotesi dell’agenzia, la consultazione potrebbe durare circa 12 settimane. Per poi dare il via ai lavori della Commissione Ue per una proposta di legge. Breton si è detto fiducioso che il processo possa concludersi entro la fine dell’anno.

Le richieste degli operatori e la posizione delle Big Tech

Da tempo diversi operatori europei delle tlc – Deutsche Telekom, Orange, Telefonica e Tim -, stanno chiedendo alle Big Tech di contribuire ai costi di gestione e sviluppo della rete, anche considerando l’impatto che generano sul web. Secondo le loro stime, infatti, la grandi società della rete – come Meta, Amazon, Netflix, Apple, Microsoft o Google -, rappresentano da sole oltre la metà del traffico di dati.

La richiesta però ha incontrato fin da subito l’opposizione delle grandi società convinti che l’idea equivalga a una tassa sul traffico Internet che potrebbe minare le regole europee sulla neutralità della rete per garantire che tutti gli utenti siano trattati allo stesso modo.