Cda Rai approva i piani di produzione. In arrivo serie su…

Condividi

Giornata di riunione per il consiglio di amministrazione Rai. Il board ha votato in maggioranza a favore dei piani di produzione e trasmissione per i canali generalisti e specializzati.
Oltre all’ad Carlo Fuortes e alla presidente Marinella Soldi, hanno votato sì anche Francesca Bria, Simona Agnes e Igor De Biasio. Voto contrario, invece, da Alessandro Di Majo e Riccardo Laganà.

Il via libera arriva circa un mese dopo l’approvazione del budget per l’anno in corso, che aveva ottenuto il sì con una maggioranza inferiore. In quell’occasione, infatti, Simona Agnes, eletta in quota Forza Italia, e Igor De Biasio, eletto in quota Lega, non avevano partecipato al voto e avevano votato a favore Fuortes, Soldi e Bria, eletta in quota Pd.

Nel corso del consiglio sono stati auditi l’amministratore delegato di Rai Cinema, Paolo Del Brocco, e la direttrice di Rai Fiction, Maria Pia Ammirati, che hanno illustrato le produzioni in programma nel 2023.
Non si è discusso invece dei contratti di Chiara Ferragni, Fedez e Amadeus relativi all’ultimo Festival di Sanremo sui quali i consiglieri avevano chiesto chiarimenti all’ad Fuortes. A quanto si apprende, quest’ultimo si sarebbe impegnato a metterli a disposizione dei consiglieri in una data successiva, comunque entro giovedì 16 marzo, quando si svolgerà il prossimo Cda.

Il futuro di Fuortes

Ieri, la Rai con una nota ha smentito le voci di un incontro tra l’ad Carlo Fuortes con la premier Giorgia Meloni e quelle relative a un suo eventuale passaggio al Maggio Fiorentino, rimasto senza guida dopo le dimissioni del sovrintendente Alexander Pereira.

In arrivo serie su Leopardi e il ritorno di Don Matteo

Tra le novità presentate, segnala AdnKronos, una serie-evento ‘Giacomo Leopardi’, la quattordicesima stagione di ‘Don Matteo’ con un cast rinnovato, il quarto e ultimo capitolo de ‘L’amica geniale’ tratto dai romanzi di Elena Ferrante e una serie sulle cinque giornate di Milano, il Risorgimento e Mameli.
Tra i titoli anche ‘Prima di noi’, tratto dal romanzo storico e corale di Giorgio Fontana edito da Sellerio, saga familiare che spazia dalla prima guerra mondiale agli anni duemila. E un nuovo commissario, Stucky, interpretato da Giuseppe Battiston e protagonista di storie ambientate a Rimini.

Sarà realizzato anche un tv movie sulla nascita della televisione, in vista dei 100 anni della Rai nel 2024: in primo piano, come il piccolo schermo cambia le abitudini e il modo di vedere il mondo di una famiglia della classe media.