Nancy Faeser (Foto Ansa)

Tlc, Germania verso una stretta sulla presenza cinese in telefonia

Condividi

Nuove restrizioni in vista per le aziende cinesi. Il governo tedesco starebbe pensando di ridurre la dipendenza delle reti di telefonia mobile del paese da gruppi come Huawei e Zte.
A segnalarlo, diversi media tedeschi fra cui Spiegel, che riporta di una lettera della ministra dell’Interno Nancy Faeser (SPD) agli operatori delle reti telefoniche, in cui si annuncia un deciso inasprimento della politica tedesca a riguardo.

Componenti critici

Gli operatori – i principali tedeschi sono Deutsche Telekom, Vodafone e Telefonica – sono stati pregati di compilare delle liste entro quattro settimane per lasciar individuare tutti i “componenti critici” provenienti appunto dai produttori cinesi. Questi verranno sottoposti a severe verifiche, ed è probabile che si vada verso dei nuovi divieti.

Mosse anche dal ministero dell’economia

La misura è in sintonia con il complessivo inasprimento della politica tedesca nei confronti della Cina. Anche il ministro dell’Economia Robert Habeck ha lavorato ad un documento strategico per il futuro atteggiamento nei confronti di Pechino: le dipendenze esistenti vanno decisamente ridotte soprattutto nelle infrastrutture critiche.