Angelucci-Giornale quasi fatta. Entro aprile cessione del 70%, a Berlusconi resta il 30%

Condividi

Silvio Berlusconi è pronto a dire addio a ‘Il Giornale’. A quanto si apprende sembra ormai a un passo la vendita all’imprenditore Antonio Angelucci della maggioranza dello storico quotidiano milanese fondato nel 1974 da Indro Montanelli e da 30 anni di proprietà della famiglia del Cavaliere.

Adnkronos riporta che la notizia della cessione all’editore di ‘Libero’ e ‘Il Tempo’ è stata comunicata al cdr de ‘Il Giornale’, riunito d’emergenza, dall’ad dell’azienda, Andrea Favari.

Un primo accordo di massima per la vendita della maggioranza delle azioni del quotidiano di via Negri, riferiscono fonti parlamentari del centrodestra, dovrebbe esserci tra fine marzo e aprile.

Alla famiglia Berlusconi, a quanto apprende Adnkronos, resterà una quota di minoranza che dovrebbe essere pari al 30%, che sarà detenuta dalla Pfb di Paolo Berlusconi, fratello del leader azzurro. Il restante 70per cento spetterà, dunque, alla famiglia Angelucci.