Volodymyr Zelensky in collegamento a Cannes (foto Ansa)

Oscar, l’Academy respinge la richiesta di intervento di Zelensky

Condividi

Anche nel 2022, il presidente ucraino aveva ricevuto un ‘no’ alla sua ricie

Per il secondo anno consecutivo l’Academy of Motion Pictures ha respinto la richiesta del presidente ucraino Volodymyr Zelensky di apparire in video durante la diretta degli Oscar.

Zelensky – scrive Variety, citato da Ansa – sperava di intervenire domenica sera con uno spot virtuale sulla Abc. Ma la sua proposta, trasmessa da Mike Simpson dell’agenzia Wme, sarebbe stata respinta, anche se al momento manca na conferma diretta da parte dell’Academy.
La richiesta di intervento, tra l’altro, coincide con un calo di sostegno da parte del pubblico americano per la causa dell’Ucraina.

Gli interventi a Berlino, Cannes e Venezia

Poche settimane fa, il leader di Kiev era apparso al Festival del Cinema di Berlino in coincidenza con la presentazione di ‘Superpower’, il documentario girato su di lui da Sean Penn. Il messaggio aveva chiuso un anno in cui Zelensky era stato accolto a braccia aperte ai festival di Cannes e di Venezia.

A dicembre, anche la Fifa aveva respinto la richiesta di Zelensky di intervenire prima della finale tra Argentina e Francia. Nel 2022 la sua apparizione agli Oscar era stata respinta dal producer Will Packer, timoroso che l’attenzione di Hollywood riflettesse un appoggio alla causa di un popolo bianco, mentre molti altri conflitti nel mondo di cui le vittime sono persone di colore vengono sistematicamente ignorati.