Stretta russa sugli iPhone: via dal Cremlino entro la fine di marzo

Condividi

I dipendenti dell’amministrazione presidenziale russa hanno ricevuto l’ordine di sostituire i loro iPhone con smartphone di altre marche e con un sistema operativo diverso entro la fine di marzo.

A scriverlo, segnala Ansa, il quotidiano Kommersant, secondo cui l’ordine è arrivato all’inizio del mese. L’iniziativa, si spiega, sarebbe legata a problemi di sicurezza, con il Cremlino che ritiene gli iPhone più suscettibili ad attacchi di hacker e spionaggio da parte dell’Occidente rispetto ad altri smartphone.
Una fonte del giornale a conoscenza della decisione afferma che l’amministrazione presidenziale potrebbe anche acquistare nuovi telefoni cellulari sicuri per i propri dipendenti, in modo da facilitare l’abbandono della tecnologia americana.