Elon Musk (foto Ansa)

Twitter, dal 1 aprile account verificati solo per gli iscritti a Blue

Condividi

Twitter ha confermato il lancio, a livello globale, di Blue, il suo servizio premium a pagamento. A partire dal primo aprile, il social ha precisato che tutti gli attuali utenti con la spunta di verifica, ma non iscritti al servizio, si vedranno l’account ‘declassato’, ossia senza più la verifica. Per continuare ad averla, bisognerà dunque abbonarsi a Twitter Blue.
Ma non è chiaro, se la promessa sarà mantenuta, vista l’occasione del pesce d’aprile.

I “vantaggi” per gli abbonati

Nel nostro Paese, segnala Ansa, il canone di Blue ha un costo che varia dagli 11 euro mensili se si accede da smartphone iPhone o Android agli 8 euro per la versione via web.
Le funzionalità extra potranno essere utilizzate solo dalla piattaforma da cui ci si abbona.

Tra le opzioni a cui si avrà accesso ci sono una minore pubblicità, ovvero il 50% in meno di tweet con annunci, cartelle di segnalibri, articoli popolari, possibilità di caricare video più lunghi, post con più caratteri e il menu per modificare i tweet, con la cronologia di modifica che sarà sempre presente, con un tastino dedicato, per capire cosa viene cambiato rispetto alla frase originale.
Non manca nemmeno un’integrazione con gli Nft, le opere d’arte digitali, che potranno essere utilizzate come immagine del profilo.