Il metaverso rallenta la corsa. Le Big tech si smarcano per puntare sull’AI

Condividi

La corsa al metaverso si scontra con la realtà, e, se fino a due anni fa era al centro delle aspirazioni di Big Tech, ora è stata accantonata.
Tra gli ultimi casi, ricorda il Wall Street Journal, Disney ha chiuso la divisione che si occupava di questo campo, mentre Microsoft ha messo fine alla piattaforma social di realtà virtuale che aveva acquistato nel 2017.

Metaverso “a lungo termine”

Sul tema ha rallentato anche Mark Zuckerberg, che ha cambiato il nome di Facebook in Meta per mostrare la sua serietà sul progetto. Nell’ultima conference call il manager ha parlato più all’intelligenza artificiale, definendo il metaverso comunque un obiettivo futuro della holding, ma “a lungo termine”.

E proprio l’Ai sembra essere il trend più appetibile su cui puntare. Ad incoraggiare ulteriormente l’interesse la possibilità di poter arrivare in breve tempo ad ottenere un ritorno.
Cosa più difficile per il metaverso con cui, sottolineano gli esperti interrogati dal giornale, “nessuno sa quando verrà raggiunta una massa critica”.