Bernard Arnault (Foto Ansa)

Il lusso batte il tech: Arnault toglie lo scettro dei paperoni a Musk

Condividi

Secondo la classifica di Forbes, il patron di Lvmh è l’uomo più ricco del mondo.
Il primo italiano è Ferrero

Il lusso batte la tecnologia: Bernard Arnault, a capo dell’impero Lvmh, guida la nuova classifica dei Paperoni stilata come ogni anno dalla rivista Forbes, scalzando dal tetto del mondo i big Usa dell’hi-tech Elon Musk e Jeff Bezos.
E un’altra francese, Francoise Bettencourt Meyers, vicepresidente del gruppo L’Oreal ereditato dal nonno, viene incoronata donna più ricca del mondo, piazzandosi in undicesima posizione.

Torna dunque in Europa il primato che da anni era saldamente Oltreoceano. Arnault guida la classifica con un patrimonio stimato in circa 211 miliardi di dollari. Mentre Bettencourt, sfiora l’ingresso nella top ten, con un patrimonio di circa 80,5 miliardi di dollari.

Hi tech in discesa

Sui conti dei paperoni del settore tech pesano l’ondata di crisi che ha investito la Silicon Valley e il mondo dell’alta tecnologia made in Usa. Senza contare le conseguenze del rialzo dei tassi da parte delle banche centrali e dal calo delle Borse degli ultimi mesi, tutto dopo i danni provocati dalla pandemia. Forbes ha stimato che in un anno le loro fortune si siano ridotte di 200 miliardi, passando da 2,1 trillioni di dollari agli attuali 1,9.
Musk si deve ora accontentare della seconda posizione con un patrimonio di circa 180 miliardi di dollari, pagando anche lo sforzo finanziario compiuto per l’acquisto di Twitter. Magra consolazione quella di piazzarsi comunque sopra il rivale Bezos, terzo con una ricchezza stimata attorno ai 107 miliardi di dollari.

Fuori dal podio

Fuori dal podio il re degli investitori di Wall Street, Warren Buffett, quinto, con 106 miliardi di dollari, e il fondatore di Facebook, ora Meta, crollato addirittura al sedicesimo posto con ‘appena’ 64,4 miliardi di dollari nel proprio portafoglio.

Gli italiani in classifica

Primo tra gli italiani si conferma ancora una volta Giovanni Ferrero, in trentesima posizione, con un patrimonio salito a 38,9 miliardi di dollari, seguito a distanza dallo stilista Giorgio Armani, 157mo con 11,1 miliardi di dollari, e da Silvio Berlusconi, 352esimo con 6,8 miliardi di dollari.