Giampiero Massolo (Foto Ansa)

Mundys, Massolo: in 5 anni 10 miliardi di investimenti su scala globale

Condividi

La società vuole diventare il “principale operatore di mobilità integrata a livello globale”, dice il presidente

“Si cambia nome quando si ha una nuova storia da raccontare”. Lo ha detto il Presidente di Mundys, Giampiero Massolo, all’inaugurazione della nuova area d’imbarco del Terminale 1 dell’aeroporto Leonardo da Vinci, spiegando il cambio di nome del gruppo Atlantia al nuovo.

Tre miliardi per l’Italia

Nel suo intervento, citato da AdnKronos, Massolo ha spiegato come si muoverà la società, per diventare il “principale operatore di mobilità integrata a livello globale”
“Stiamo attuando un piano quinquennale di investimenti a livello globale del valore di oltre 10 miliardi di euro”, ha raccontato nel dettaglio. Di questa cifra, 3 milairdi sono destinati al nostro paese.

“Lo scopo è innovare le nostre infrastrutture presenti in 24 Paesi, agendo in una logica di mobilità integrata”, ha detto. Secondo il presidente di Mundy, in questo senso diventa centra la collaborazione con i governi e le istituzioni locali e la stabilità regolatori. “Sono requisiti fondamentali per cogliere le sfide della modernità e avviare una rivoluzione del settore infrastrutturale che, dall’Italia, guarda al resto del mondo”, ha spiegato.

Fiumicino il primo passo per Mundys

In questo percorso, i lavori a Fiumicino sono un primo passo. “Come Mundys, siamo profondamente impegnati nel supportare il piano di sviluppo di Adr che, ad oggi, ha trasformato lo scalo della Capitale in uno degli aeroporti più apprezzati del mondo”, ha detto Massolo.
“Fiumicino rappresenta per noi un simbolo del modo in cui vogliamo gestire le infrastrutture, coniugando innovazione tecnologica e attenzione all’ambiente per offrire il miglior servizio possibile ai nostri passeggeri”, ha concluo.