Vladimir Putin (Foto Ansa)

Putin ha approvato ‘personalmente’ l’arresto del giornalista americano Gershkovich

Condividi

Vladimir Putin ha approvato ‘personalmente’ l’arresto del giornalista del Wall Street Journal Evan Gershkovich, accusato da Mosca di spionaggio. Lo scrive la Pravda Ucraina, ripresa da Adnkronos, sottolineando che l’approvazione del presidente russo riflette la crescente influenza degli estremisti del Cremlino che vogliono un confronto sempre più acceso con gli Stati Uniti.

La detenzione di Hershkovich ha suscitato la rabbiosa condanna degli Stati Uniti e dei suoi alleati e ha segnato un’altra flessione nelle relazioni USA-Russia, che sono peggiorate dall’invasione dell’Ucraina da parte di Putin. La presidente del Center for the Analysis of European Politics di Washington, Alina Polyakova, ha osservato: “Questo dovrebbe essere un vero e proprio segnale allarmante non solo per gli Stati Uniti, ma anche per l’intero Occidente. È un segnale che Putin non ha alcuna intenzione di tornare a rapporti stabili e affidabili”.