john elkann

Stellantis, conti in positivo. Spinta su sostenibilità ed elettrico

Condividi

Nel 2022 Stellantis ha messo a segno “risultati record”, nonostante “sfide e venti contrari”. A raccontare i numeri che il gruppo automobilistico ha registrato negli ultimi 12 mesi sono il presidente John Elkann, e l’ad Carlos Tavares, all’assemblea generale annuale degli azionisti, la prima dalla nascita che si tiene in presenza.

I conti

“Nel 2022 abbiamo registrato solidi risultati finanziari che ci hanno distinto dai nostri concorrenti con una combinazione di scala e crescita a due cifre”, ha spiegato Elkann. “Siamo tra i primi tre nel nostro settore per ricavi e margini e abbiamo raggiunto il primo posto in termini di utile operativo assoluto, pari a 23,2 miliardi di euro”.

“Oltre all’Europa e al Nord America, dove abbiamo le nostre radici a cui siamo impegnati, stiamo costruendo quello che chiamiamo il nostro ‘terzo motore’, costituito da Sud America, Africa, Medio Oriente, India e Asia Pacifico”, ha rccantato ancora.

7 miliardi in sinergie

“Nonostante le vendite siano stabili, abbiamo tutelato i ricavi”, ha detto invece l’ad Tavares, confermando “la guidance per il 2023, con un margine operativo rettificato a doppia cifra e un free cash flow industriale positivo”.

Stellantis ha già raggiunto “un livello molto gratificante di sinergie nette, pari a 7,1 miliardi di euro, molto superiori all’impegno assunto quando è stata decisa la fusione”, ha spiegato ancora il manager.
“Le persone e i dipendenti di Stellantis capiscono perfettamente perché la fusione avesse senso, anche per garantire la sostenibilità del gruppo” ha osservato. “La società è andata molto oltre gli impegni assunti perché c’é un forte contributo dal basso verso l’alto da parte delle nostre persone”.

Carlos Tavares (Foto LaPresse)
Carlos Tavares (Foto LaPresse)

Elettrico e sostenibilità

“Abbiamo acquisito uno slancio significativo sull’elettrificazione”, ha aggiunto Elkann citando i “23 modelli elettrificati già presenti sul mercato”. Altri ne sono in arrivo, fino a raddoppiare l’offerta a fine del 2024, con 47 modelli, salendo fino a quota 75 “alla fine della decade”.
Elkann ha ricordato le strategie messe in atto per la sostenibilità, citando in particolare il “primo Hub per l’Economia Circolare nel nostro storico stabilimento italiano di Mirafiori”.
“Un altro elemento chiave del nostro lavoro di decarbonizzazione è la nostra leadership nei veicoli elettrici a batteria, dove abbiamo registrato un aumento del 41% delle vendite globali anno su anno in Europa”.

Fra i grandi costruttori automobilistici “Stellantis è il numero uno in termini di velocità nella marcia verso la carbon neutrality”, ha segnalato , riconoscendo come “la cosa più difficile” sia “convincere gli altri stakeholder a muoversi alla stessa velocità: con i nostri fornitori cerchiamo di assicurarci che vadano avanti con il nostro stesso passo”.