Il decimo Premio Cultura+Impresa arriva in finale

Condividi

Sulla piattaforma di Fondazione italiana Accenture si erano candidati in 132, ne sono stati selezionati 22.
Sono i progetti che entrano nella short list della X edizione del Premio Cultura+Impresa, che si concluderà il 12 giugno a Roma, nella sede di Associazione Civita.
Il riconoscimento – voluto da Federculture e The Round Table – premia dal 2013 i migliori progetti culturali realizzati in Italia grazie alle imprese. D’altra parte, ormai è diffusa la consapevolezza che la cultura non è solo svago per pochi ma – tanto più in Italia, Paese forte di un grande patrimonio artistico – può rappresentare una formidabile chiave di crescita economica, oltre che di occupazione.

I finalisti

I finalisti del Premio C+I arrivano da 16 regioni. Sono istituzioni, operatori culturali e imprese delle più diverse tipologie.
Fra loro, cresce – rispetto al passato – il ruolo dell’arte contemporanea e dell’arte pubblica.
Mentre alla cultura d’impresa quest’anno per la prima volta viene dedicata una menzione speciale, assegnata al miglior progetto di valorizzazione attraverso la creazione di archivi, musei, mostre.

Come cambia la cultura aziendale

Spiega Francesco Moneta, presidente del Comitato CULTURA+IMPRESA: “Dieci anni fa, quando il premio è nato, le aziende vivevano le sponsorizzazioni in chiave di visibilità. Oggi creano partnership strategiche e continuative, trovano nelle arti e nella cultura risposte efficaci ai propri percorsi di responsabilità sociale e affermazione reputazionale”.

I premi

Saranno assegnati tre primi premi: a Sponsorizzazioni e Partnership culturali, Produzioni culturali d’impresa, Art bonus i’Impresa.
In gara, progetti come ‘Adotta una statua’ della Veneranda fabbrica del Duomo, ma anche (dal Veneto) ‘Muraless Art Hotel’ o (dall’Emilia-Romagna’) un progetto legato alla musica di Riccardo Muti.
Fra gli altri finalisti, iniziative di tutela del patrimonio artistico, di riqualificazione urbana anche tramite la street art, di partecipazione dei dipendenti nella creazione di opere e installazioni in azienda.
Con una grande attenzione alla promozione dell’Agenda 2030 e della valorizzazione delle qualità artigianali italiane.
Ai premi si aggiungono poi 5 menzioni speciali, che prevedono master in management e promozione culturale offerti da Fondazione Fitzcarraldo, Università IULM, Luiss Business School, 24ORE Business School e UPA.

Il monitoraggio

Assieme all’Università Iulm, quest’anno il Comitato Cultura+Impresa lancia infine ‘Vaas – Value Analysis in Arts Sponsorship‘, primo modello di valutazione e misurazione dell’impatto delle sponsorizzazioni e partnership culturali. Obiettivo 2023 è monitorare 9 progetti già realizzati nel corso del 2022, verificandone l’impatto sul territorio.