Twitter cambia idea: torna la spunta blu per i vip con più di 1 mln di follower

Condividi

Elon Musk ci ha ripensato. Dopo le proteste di celebrità più o meno note in tutto il mondo, Twitter ha deciso di ripristinare la spunta blu sui profili di alcuni personaggi super-vip.
Sui criteri di selezione non è arrivata alcuna indicazione specifica, ma secondo alcuni siti specializzati, spiega Ansa, si tratterebbe di account con almeno un milione di follower.

Spunta blu in abbonamento. Ma non per tutti

L’idea di rendere la spunta blu “comprabile” fa parte della strategia che Musk ha voluto mettere in atto per garantire nuove entrate. Otto dollari al mese, più o meno, è il prezzo di base per abbonarsi a ‘Twitter Blue’, servizio che, oltre al famigerato segnalino offre altri vantaggi, come un posizionamento privilegiato dei propri post, o caratteri illimitati.

Dal suo lancio, alla fine del 2022 a oggi, Twitter non ha rivelato quante persone abbiano scelto di iscriversi. Secondo alcune stime da quando Twitter ha iniziato a declassare i non abbonati, il 20 aprile, in tre giorni solo una piccolissima parte degli utenti contrassegnati si è iscritta: meno del 5% dei 407.000 profili interessati, secondo alcune stime.

Le eccezioni pagate da Musk

Senza alcuna particolare spiegazione, se non un Tweet dello stesso proprietario che annunciava che avrebbe pagato di tasca propria per alcuni account, un certo numero di celebrità ha riguadagnato autonomamente la spunta. Tra i nomi figurano quelli dello scrittore Stephen King, del campione Nba LeBron James e dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump.