La radio della Serie A è targata RDS. Il 5 maggio si decide per la tv

Condividi

Come anticipato da Primaonline, sarà RDS – network fondato e presieduto da Eduardo Montefusco, guidato da Massimiliano Montefusco – che realizzerà il canale ufficiale Radio-Tv della Lega Serie A. Lo ha deciso l’assemblea dei club andata in scena oggi in videoconferenza, che ha approvato la proposta di Radio Dimensione Suono con un voto a maggioranza qualificata.

Tra gli altri temi, i club hanno ridotto da 10 a 6 il numero di advisor in corsa per l’operazione legata ai fondi e alle banche di investimento, oltre ad aver dato il via libera al quadro generale per quanto riguarda il bando per la prossima asta dei diritti tv, bando che dovrebbe essere definito nell’assemblea del prossimo 5 maggio e approvato entro la fine del mese.

Infine, tra le altre questioni è stata trovata una soluzione per quanto riguarda la quota legata ad abbonamenti e biglietti per la suddivisione dei ricavi da diritti tv mentre sono stati assegnati a L’Equipe i diritti audiovisivi per la Coppa Italia e la Supercoppa italiana in Francia per le stagioni 2022/23 e 2023/24.

La radio-tv targata Rds

Per quanto riguarda il progetto con Rds, la radio-tv trasmetterà, 7 giorni su 7, dalle sette del mattino a mezzanotte, proponendo, spiega una nota dell’emittente radiofonica un palinsesto dedicato al campionato, con contenuti realizzati ad hoc. In programma anche la realizzazione di un editoriale quotidiano di 100” in onda su Rds.

“La decisione della Lega Serie A di far partire, con l’inizio della prossima stagione, un proprio canale radio-tv, in tecnologia Dab e web, rappresenta il primo passo verso la creazione del possibile canale ufficiale per la trasmissione delle partite live che potrebbe prendere vita da luglio 2024”, ha spiegato l’ad della Serie A, Luigi De Siervo.
“Siamo da tempo una media company capace di realizzare la produzione delle partite, mentre dalla stagione prossima, grazie a una redazione dedicata, realizzeremo un vero e proprio palinsesto di intrattenimento radio e tv per oltre 12 ore originali al giorno”.