Antonio Porro

Mondadori, ricavi trimestrali in crescita. Continua percorso di acquisizioni

Condividi

Mondadori può continuare sulla strada delle acquisizioni. Lo conferma il gruppo nella nota sui dati trimestrali, che hanno registrato ricavi in crescita del 4,5% e una riduzione del debito.
“La solidità finanziaria e patrimoniale che contraddistingue il gruppo consente di proseguire il virtuoso percorso di sviluppo avviato da alcuni anni, caratterizzato dal continuativo ricorso a operazioni di Mergers and Acquisitions (M&A), con le quali il gruppo intende continuare a cogliere opportunità di crescita inorganica principalmente nell’ambito dei business dei libri e del digitale”, si legge nella nota.

I conti

Sul fronte dei conti, i ricavi netti sono saliti a 160 milioni, con un risultato netto di gruppo negativo di 5,2 milioni, sul quale impatta come sempre la ‘stagionalità’ della scolastica, in miglioramento di 6,2 milioni sul medesimo periodo dell’anno scorso.
“In questi primi tre mesi del 2023 il gruppo Mondadori ha evidenziato, anche tenuto conto della stagionalità del business della scolastica, un significativo incremento della redditività grazie al buon andamento dei ricavi e a una gestione operativa sempre attenta”, si legge ancora.

Tra i risultati, il margine operativo adjusted è a 4,4 milioni per la casa editrice di Segrate, in incremento di 5,5 milioni rispetto allo stesso periodo del 2022.

Mondadori conferma le stime per il 2023

La posizione Finanziaria netta Ifrs 16 è a -220,8 milioni, “sostanzialmente stabile” rispetto a fine marzo 2022. La posizione finanziaria netta ante Ifrs 16 è a -150,7 milioni rispetto ai precedenti -135,8 milioni.
Confermate le stime per l’intero 2023, con ricavi e margine operativo lordo in crescita ‘single-digit’, oltre a un risultato netto in miglioramento del 10% e un cash flow ordinario tra 60 e 65 milioni.
“L’ottima partenza d’anno del mercato del libro, ha rilevato il gruppo, la lieve flessione dei prezzi di materie prime e di servizi e la performance aziendale ci consentono di confermare le stime per l’esercizio, con ricavi ed margine operativo adjusted in crescita single-digit e una marginalità attesa pari a circa il 15%”.