Cleopatra non era africana. L’Egitto contesta Netflix e prepara un suo documentario

Condividi

Cleopatra continua a far parlare di sé. L’episodio dedicato di ‘African Queens’, docudrama Netflix prodotto da Jada Pinkett Smith, moglie dell’attore Will Smith, e in uscita oggi, ha sollevato un putiferio in Egitto perché la protagonista è nera di origine africana mentre gli accademici universitari locali sostengono che la regina appartenesse a una dinastia greca, fosse di pelle chiara e nata ad Alessandria d’Egitto.

Ora un canale egiziano controllato dal governo, Al Wathaeqya, ha annunciato – ripresa da Adnkronos – che inizierà a produrre un documentario di fascia alta sulla vera storia di Cleopatra. Promette si baserà sui massimi livelli di ricerca e accuratezza.

Di fronte a questo palese astio da parte dell’opinione pubblica egiziana, la regista dello show, Tina Gharavi, ha insinuato: “Perché alcune persone vogliono che Cleopatra sia bianca? Forse non perché ho diretto una serie che ritrae Cleopatra come nera ma perché ho chiesto agli egiziani di vedere se stessi come africani e sono furiosi con me per questo”.