Paolo Zannoni, vice presidente vicario di Prada Group

Condividi

Il consiglio di amministrazione di Prada, riunitosi l’11 maggio 2023, ha annunciato la nomina di Paolo Zannoni in qualità di vice presidente vicario. Come riporta un comunicato stampa, il manager manterrà l’incarico di direttore esecutivo e continua a servire come membro di Comitato per la Remunerazione della Società. Il consiglio, inoltre, ha istituito la figura del lead independent director, attribuendo il ruolo a Yoël Zaoui.

Paolo Zannoni, 74 anni, è stato presidente del consiglio di amministrazione di Prada dal 27 maggio 2021 al 27 aprile 2023. Attualmente è advisor internazionale di Goldman Sachs dal 2019 e segretario del consiglio di amministrazione di Beretta Holding. Nel corso della sua carriera ha ricoperto ruoli apicali nei Cda di Autogrill, Dolce & Gabbana Holding e Prysmian Group. In precedenza, Paolo Zannoni ha trascorso diversi anni nel colosso finanziario Goldman Sachs, dove ha esordito nel 1994. Nominato amministratore delegato nel 1997, socio nel 2000, è stato presidente dell’attività di investment banking italiano tra il 2000 e il 2013. Prima di entrare a far parte di Goldman Sachs, Zannoni è stato vicepresidente di Fiat S.p.A. e docente presso l’Università di Yale.

Da sinistra: Yoël Zaoui, lead independent director e Paolo Zannoni, vice presidente vicario di Prada Group.

In qualità di lead independent director della Società, Yoël Zaoui continuerà a ricoprire la carica di amministratore non esecutivo indipendente, presidente del Comitato Controllo e Rischi e membro del Comitato per la Remunerazione della Società. Yoël Zaoui, 62 anni, ha studiato in Francia e negli Stati Uniti. È co-fondatore di Zaoui & Co., società con sede a 2013 per consigliare clienti selezionati su fusioni, acquisizioni e altri aspetti strategici e finanziari transazioni, nonché importanti decisioni di investimento. Dal 27 maggio 2021 è stato eletto Amministratore non esecutivo indipendente del Gruppo Prada. Yoël Zaoui ha iniziato la sua carriera in Goldman Sachs nel 1988. È stato il primo banchiere europeo a far parte del massimo organo di management di Goldman Sachs, il comitato di gestione, una posizione ha ricoperto dal 2008 fino al suo pensionamento nel 2012. Prima di Goldman Sachs, Zaoui ha lavorato presso Arthur Andersen a Parigi dal 1983 al 1986.