Siae-Meta, accordo transitorio: la musica italiana torna sui social fino al 6 ottobre

Condividi

“Avanti con il negoziato sperando in un accordo a lungo termine”, commenta la holding social. Soddisfatta Siae: ora intea “improntata all’equità e alla trasparenza”

La musica italiana tutelata da Siae torna su Instagram e Facebook, fino al 6 orrobre, grazie a un accordo transitorio tra Meta e la Società degli autori e editori.
L’annuncio arriva dalla stessa Siae, che esprime “soddisfazione per questo risultato, cercato e raggiunto, ma rimane comunque impegnata a tutelare gli interessi dei suoi iscritti, continuando a lavorare instancabilmente per raggiungere un accordo definitivo e duraturo improntato all’equità e alla trasparenza, così come chiede anche la direttiva europea sul Copyright. Si impegna inoltre a portare avanti le negoziazioni nel rispetto delle decisioni e delle misure cautelari dettate dall’Antitrust”.

Cosa prevede l’accordo

L’intesa prevede che i brani del repertorio Siae saranno ripristinati sulle due piattaforme fino al 6 ottobre e arriva dopo l’intervento dell’Antitrust, che aveva imposto a Meta di sedersi a un tavolo con Siae per riportare la musica sui social, arriva un primo risultato.

Ora per utenti dei social e creator torna possibile l’accesso “alla nostra libreria musicale completa, incluso il catalogo Siae, nel pieno rispetto del diritto d’autore di artisti e compositori”, ha spiegato un portavoce di Meta, specificando che e negoziazioni con Siae andranno avanti “in buona fede nella speranza di raggiungere un accordo a lungo termine”.

Secondo quanto riporta Ansa, l’intesa sarebbe stata raggiunta prorogando alle stesse condizioni il contratto di licenza scaduto a fine 2022, come suggerito dall’Antitrust.

Cosa era successo nei mesi scorsi

Il caso era esploso a metà marzo, quando la società di Mark Zuckerberg, che controlla Instagram e Facebook, aveva annunciato di non aver raggiunto l’accordo con Siae per il rinnovo della licenza sul diritto di autore: come conseguenza immediata, erano stati rimossi o silenziati i contenuti con musica della library della Siae. Inizialmente il blocco aveva interessato anche Soundreef, che però già da fine marzo aveva collaborato con Meta per ripristinare i brani degli autori da loro gestiti.

Soddisfatta Lucia Borgonzioni, sottosegretaria alla Cultura: “Bene che Meta e Siae abbiano trovato un punto di incontro. Una buona notizia per gli utenti, ma soprattutto per i nostri artisti e per le loro opere. Ora ci auspichiamo che il lavoro dei prossimi mesi porti a una risoluzione totale e duratura”.