Internazionali, Gualtieri: Roma capitale globale dello sport

Condividi


È stato l’ospite del secondo talk nella terza e ultima giornata del ciclo di incontri ‘Vita da Campioni’. Dopo il ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti, è stata la volta del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, prendere parte all’iniziativa promossa da Sport e Salute, Federazione Italiana Tennis Padel e da Kratesis, che si svolge nella Biblioteca dell’Accademia della Scherma al Parco del Foro Italico.
Insieme a lui il presidente della Fitp Angelo Binaghi, il presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli, il direttore editoriale di Formiche Roberto Arditti, le Legend Manuela Di Centa e Stefano Maniscalco.

Da sinistra, Roberto Arditti, Manuela Di Centa, Angelo Binaghi, Roberto Gualtieri, Vito Cozzoli e Stefano Maniscalco

Lavoro in sinergia

“Grazie!”, ha detto Binaghi al sindaco, “non ci sentiamo più una repubblica a parte ma ci sentiamo finalmente inclusi nel sistema della città. È stato bello vedere il torneo comunicato sui ponti, nelle strade e nelle stazioni della metropolitana della città. Un po’ come a Parigi per il Roland Garros, ma con un’esposizione più elegante di quella dei francesi. E poi non ci avete chiesto nemmeno un biglietto omaggio”.

Il lavoro in sinergia tra federazione e amministrazione comunale emerge anche dalle parole del sindaco. “L’upgrade del torneo con la durata di due settimane è stata una grande sfida per la federazione e per Sport e Salute ma anche per noi”, ha dichiarato Gualtieri. “Da parte nostra volevamo che la città avesse la percezione del grande evento che sarebbe andata a ospitare. Gli Internazionali Bnl d’Italia sono un grande palcoscenico globale. Roma deve diventare la grande capitale globale degli sport, non solo del tennis, deve essere un suo tratto identitario”.

In arrivo gli skaters

La prossima settimana è in programma Piazza di Siena, poi dal 18 al 25 giugno i migliori skater del mondo si ritroveranno nel rinnovato Skatepark del Parco del Colle Oppio, per una nuova tappa delle qualificazioni verso i Giochi Olimpici di Parigi 2024. “Dobbiamo ospitare quanti più eventi possibili anche per dare peso e credito alla candidatura della città a ospitare gli Europei di calcio del 2032”, ha concluso Gualtieri, “la collaborazione con Sport e Salute è importante anche per le iniziative nelle periferie. La centralità dello sport, nei grandi e piccoli eventi, e la sinergia tra gli enti deputati è un grande valore aggiunto”.