Festival dell’Economia di Trento al via: temi a tutto campo, per un pubblico trasversale

Condividi

Si è aperto il Festival dell’Economia di Trento, a cura del Gruppo 24 Ore e Trentino Marketing, in programma dal 25 al 28 maggio.
La 18esima edizione, dal titolo ‘Il Futuro del Futuro. Le sfide di un mondo nuovo’, è stata inaugurata con una cerimonia alla quale, tra gli altri, hanno preso parte accanto ai vertici dell’editrice, il cardinale Gianfranco Ravasi, il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, Il sindaco della città, Franco Ianeselli, il rettore dell’università, Flavio Deflorian.

Tanti temi

Di una manifestazione “pluralista”, ha parlato il presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti. “Abbiamo cominciato a vedere la presenza di ministri del governo, ma anche la presenza della leader dell’opposizione nazionale”, ha precisato, riferendosi alla presenza in mattinata di Elly Schlein, segretaria Pd, e alla presenza di diversi esponenti di maggioranza, tra cui la stessa premier Giorgia Meloni, attesa nella giornata del 26 maggio.

“Ci occuperemo di economia digitale, di ambiente, di energia, di intelligenza artificiale ma anche di come cambia il mercato del lavoro, della sostenibilità. I contenuti del Festival sono a tutto campo, perché è a tutto campo che va costruito il futuro”, ha spiegato il direttore del Sole 24 ore, Fabio Tamburini, che ricopre anche il ruolo di presidente del comitato scientifico.

Pubblico trasversale

Ha guardato alle direttrici su cui si muove la manifestazione l’ad del gruppo, Mirja Cartia d’Asero. Tre in tutto, e cioè: “Internazionalizzazione del festival, allargamento ad un pubblico più ampio e trasversale, allargamento dei contenuti e del dibattito scientifico”. La manager ha poi rivendicato con un certo orgoglio la crescita della presenza femminile: “siamo orgogliosi di aver ottenuto, primo gruppo media, la certificazione alla parità di genere. Rispetto al 23% nell’edizione del 2022, possiamo dire di essere riusciti ad alzare al 35% la presenza femminile nei panel. Di questo vado molto fiera”, ha concluso.

Per Federico Silvestri, direttore generale media & business del Sole 24 ore il Festival ha anche il merito di essere riuscito a coinvolgere ragazzi e le famiglie. “E’ un traguardo importantissimo”, ha detto. “Perché poi avvengono delle cose impensabili. I ragazzi non stanno solo partecipando, ma hanno l’entusiasmo e l’energia anche quando partecipano a dei panel di livello molto impegnativo. Sono i primi a voler fare delle domande, a voler avvicinare i protagonisti che sono qui insieme a noi”.