Sabato, domenica e lunedì. Weekend di musica e festival

Condividi

A Torino, nella Giornata mondiale dell’ambiente, debutta uno storico festival green. In Friuli Venezia-Giulia un festival per i direttori della fotografia e una manifestazione jazz. Alla Scala le musiche di Mozart e Rossini, a Roma quelle di De Gregori e Venditti

Paolo Jannaci

I dieci anni di Enzo

Canzoni e risate, musicisti e amici: per ricordare Enzo Jannacci, scomparso nel 2013, al Teatro Arcimboldi di Milano, viene organizzata sabato una grande festa. ‘Jannacciami!’ è un modo, come racconta il figlio Paolo Jannacci, “per non farci mancare proprio niente, per condividere il meglio di Enzo”. Gli ospiti, in ordine alfabetico: Diego Abatantuono, Ale&Franz, Massimo Boldi, Elio, Francesco Gabbani, J-Ax, Cochi Ponzoni, Paolo Rossi e Ornella Vanoni.

Edwige Fenech

E luce sia

Debutta sabato la nuova edizione delle ‘Giornate della luce’. La manifestazione, che si svolge a Spilimbergo (Pn), è dedicata ai maestri della fotografia che illuminano i film con il loro talento. Ideato da Gloria De Antoni, che la dirige con Donato Guerra, il festival avrà numerosi ospiti, da Edwige Fenech a Michele Placido, da Gianni Amelio a Isabella Rossellini. A contendersi il Quarzo per la migliore fotografia, assegnato dalla giuria presieduta da Marco Risi, sono quest’anno Matteo Cocco per ‘Brado’ di Kim Rossi Stuart, Michele D’Attanasio per ‘Ti mangio’ il cuore di Pippo Mezzapesa e Ruben Impens per ‘Le otto montagne’ di Felix van Groeningen e Charlotte Vandermeersch.

Rymden

Pordenone a tutto jazz

In corso fino a domenica a ‘Pordenone la quinta edizione di ‘Jazzinsieme’. Diretto da Vincenzo Barattin, intenzionato a portare il jazz internazionale in Friulia Venezia Giulia, il festival intende coinvolgere non solo un pubblico di esperti ma vuole allargarsi ai curiosi, ai commercianti, a chi popola strade e piazze della città. Dove il trio scandinavo dei Rymden, concluderà domenica la manifestazione con una serata a base di jazz moderno, Bach e rock.

Aria di Mozart

Domenica mattina alla Scala un concerto di musica da camera con i professori dell’Orchestra del Teatro. Molto Mozart, in particolare dalle ‘Nozze di Figaro’, di cui si ascolterà suonare l’Ouverture ma anche la cavatina ‘Se vuol ballare, signor contino’ e l’aria di Almaviva al ‘Farfallone amoroso’ spedito in guerra. Dopo le musiche del ‘Flauto magico’ e di ‘Don Giovanni’, toccherà a Rossini con ‘Il barbiere di Siviglia’.

Alessandro D’Alatri

Omaggio a D’Alatri

La programmazione estiva della Casa del cinema di Roma, nel parco di Villa Borghese, si apre lunedì con un omaggio ad Alessandro D’Alatri. Il regista di pubblicità, cinema scomparso un mese fa verrà ricordato con la proiezione di ‘Senza pelle’, il suo bel film del 1994, con Kim Rossi Stuart e Anna Galiena, vincitore del David di Donatello.

Francesco De Gregori, Antonello Venditti

La magnifica coppia

Parte lunedì, dalle Terme di Caracalla di Roma, il tour estivo di Francesco De Gregori e Antonello Venditti, che l’anno scorso sempre a Roma, all’Olimpico, avevano preso il via per una tournée di tutto esaurito. ‘Venditti & De Gregori’, che si concluderà il 21 settembre all’Arena di Verona, propone i più grandi successi dei due cantautori, insieme sul palco con un’unica band. 

‘The Letter – A Message for Our Earth’

La festa dell’ambiente

Lunedì – Giornata mondiale dell’ambiente – si inaugura a Torino la 26esima edizione di ‘CinemAmbiente’. Apre il festival il film ‘The Letter – A Message for Our Earth’ dove, prendendo spunto dall’enciclica papale ‘Laudato si”, intervengono un giovane rifugiato senegalese, un indio dell’Amazzonia, un’attivista indiana e una coppia di scienziati americani. La manifestazione diretta da Gaetano Capizzi proseguirà fino all’11/6, con oltre 80 titoli, eventi, incontri. Andrea Pennacchi, interprete di ‘Pluto’ sarà premiato con il Ciak verde. ‘CinemAmbiente’ inoltre collabora con il Comune per una Torino a 3 zeri (0 povertà, 0 disoccupazione e 0 emissioni), in cui è coinvolto anche l’economista e Premio Nobel della Pace Muhammad Yunus.