Diritti tv Serie A: offerte da Sky, Dazn e Mediaset. Ora trattative private

Condividi

Ma la Lega si prepapra anche ad affrontare altre strade. Compresa quella del canale Tv

Sono tre le proposte per i diritti Tv arrivate sul tavolo della Lega Serie A a partire dal 2024. Sono quelle di Sky, Dazn, che detengono i diritti per il triennio 2021-24, e Mediaset interessata alla possibilità di ottenere una gara da trasmettere in chiaro.

Niente offerte da Rai e Amazon. Ora – riporta Adnkronos – dopo l’apertura delle buste, il 26 giugno, inizierà una nuova fase, delle trattative private con i singoli broadcaster visto che le offerte sono inferiori al minimo di 1,15 miliardi di euro a stagione indicata nel bando.

Nel caso in cui non si dovesse arrivare a un esito soddisfacente, la Lega si prepara anche a intraprendere strade alternative. Nell’Assemblea del 27 giugno, la Lega procederà “all’apertura delle offerte ricevute da parte di 6 soggetti nell’ambito dell’invito a presentare proposte per la commercializzazione e distribuzione del canale Serie A, cui seguirà una fase di trattativa con gli stessi 6 soggetti”.

La nota della Lega

“In esito alla fase di ricezione delle buste relative agli inviti a presentare offerte per i diritti audiovisivi per il Campionato di Serie A (ciclo 2024/2029), la Lega Serie A comunica di aver ricevuto offerte per i diversi pacchetti da parte di 3 broadcaster”, ha scritto la Lega in una nota diramata a conclusione dell’incontro, tratteggiando le prossime mosse. “Come previsto dal bando e come già avvenuto per i passati cicli, ha deliberato all’unanimità di non accettare alcuna delle offerte e di dar corso a una fase di trattative private, che si terranno il prossimo 26 giugno.
Qualora tali trattative private non andassero a buon fine, la Lega Serie A procederà, nell’Assemblea del 27 giugno, all’apertura delle offerte ricevute da parte di 6 soggetti nell’ambito dell’invito a presentare proposte per la commercializzazione e distribuzione del canale Serie A, cui seguirà una fase di trattativa con gli stessi 6 soggetti”.

“L’Assemblea ha inoltre approvato, sempre all’unanimità, l’invito ad offrire per i diritti audiovisivi della Coppa Italia e della Supercoppa Italiana per il triennio 2024/2027”.