Rai, una settimana intensa tra piano industriale, commozione, sport, premi e musica

Condividi

Quella che si avvia a conclusione è stata una settimana particolarmente intensa, per la Rai, contrassegnata da una serie di avvenimenti diversi tra loro ma ugualmente pieni di significato. Una settimana che si è aperta con l’ultima puntata della stagione 2022-23 di “Domenica In”, iniziata nel segno del ricordo di Pier Francesco Forleo, il Direttore dei Diritti Sportivi, scomparso improvvisamente venerdì 9 giugno che Mara Venier, nell’anteprima, ha salutato con grande commozione, legata com’era a lui, da oltre diciotto anni compagno di vita della figlia, Elisabetta.

Mara Venier, in onda nonostante il tremendo lutto, ha confermato, come ha sottolineato l’Ad, Roberto Sergio, ospite dietro le quinte, “grande dedizione al programma, un appuntamento irrinunciabile di aggregazione leggera e di intrattenimento di qualità, che continuerà, con lei, anche nella prossima stagione televisiva”.

Pier Francesco Forleo lascia un’eredità professionale importantissima, che la Rai ha già avuto modo di raccogliere con la conclusone della trattativa con la FIFA, portata avanti assieme all’EBU, l’organismo che riunisce le televisione pubbliche europee, che garantirà la trasmissione free-to-air per l’Italia del Campionato del Mondo di calcio femminile, in programma tra luglio e agosto in Australia e Nuova Zelanda: il Servizio Pubblico trasmetterà tutte le partite delle Azzurre di Milena Bertolini, oltre alla gara inaugurale della manifestazione, alle due semifinali e alla finale, per un totale di quindici partite.

Oltre al Mondiale femminile di calcio, poi, sempre nella giornata di mercoledì 14, la Rai ha annunciato anche l’acquisizione dei diritti di trasmissione dei Campionati del Mondo di basket, in programma a fine agosto in Indonesia, Giappone e Filippine, e degli Europei di basket femminili, in corso di svolgimento in Israele e Slovenia. La settimana che sta per chiudersi è stata anche quella della scomparsa di Silvio Berlusconi, che prima di diventare leader politico, e di ricoprire il ruolo istituzionale di Presidente del Consiglio, ha dato impulso, con il suo impegno imprenditoriale, al panorama televisivo italiano.

E in occasione della sua scomparsa i vertici Rai, unendosi al dolore della famiglia, hanno voluto sottolinearlo: “Sia pure nel segno della concorrenza – hanno dichiarato – il grandissimo impegno imprenditoriale di Silvio Berlusconi ha reso anche la Rai più attenta alla qualità e alle esigenze del pubblico televisivo”. Alla scomparsa di Berlusconi la Rai ha dedicato lunghe ore di dirette, di speciali e di approfondimenti, tutti premiati dagli ascolti del pubblico, che, in occasione delle esequie di Stato, celebrate mercoledì 14 nel Duomo di Milano e trasmesse in diretta su Rai 1, a cura del Tg1 – con le immagini messe a disposizione di tutte le altre emittenti, come previsto dal Contratto di Servizio – ha toccato quota 2 milioni e 86mila spettatori, con il 13,8% di share.


E’ stata, anche, una settimana densa di riconoscimenti, per le produzioni Rai, a partire dai Nastri d’Argento 2023, che hanno premiato, in particolare, “Esterno Notte”, di Marco Bellocchio, Miglior Serie 2023 con Margherita Buy e Fabrizio Gifuni migliori attori protagonisti e “Mare fuori”, e “Mare Fuori” Serie dell’anno, oltre ad altri quattro riconoscimenti: Circeo, Docuserie; Filumena Marturano, Miglior Film Tv; Solo per passione – Letizia Battaglia fotografa, Premio Speciale; Tutto per mio figlio, Nastro della legalità – Serie.

Un trionfo, come ha sottolineato Maria Pia Ammirati, direttrice di Rai Fiction: “Questi Nastri d’Argento – ha detto – confermano il nostro impegno nel perseguire la qualità con racconti capaci di approfondire temi e problemi dell’attualità e, al tempo stesso, di riportare all’attenzione del grande pubblico eventi che hanno segnato la storia del nostro Paese”. Altri due attestati di eccellenza sono arrivati, poi, dal Banff World Media Festival, che nella categoria Sports Documentary dei Rockie Awards 2023 ha visto la vittoria del docufilm “Azzurro Shocking, come le donne si sono riprese il calcio”, realizzato dalla Direzione Comunicazione in occasione degli Europei di calcio femminili dell’anno scorso, e dall’ ”Italian Podcast Awards”, la manifestazione annuale che assegna i riconoscimenti ai migliori podcast di produzione italiana. Il primo premio per la categoria Documentari è stato assegnato a “Io Ero il Milanese”, podcast in 14 puntate, scritto e narrato da Mauro Pescio, sulla storia vera di Lorenzo S. un ex-rapinatore di banche che riscatta ogni suo errore. Per la categoria “Green”, dedicata ai podcast con tematiche ambientali, vittoria di “In Antartide”, podcast “daily” realizzato nella base antartica Mario Zucchelli dal giornalista scientifico Andrea Bettini di RaiNews24 con la collaborazione di Augusto Piccioni e sonorizzato dalla squadra di RaiPlay Sound. Per la categoria “Sound Design” primo posto per “Antannae” podcast di storie vere e verosimili, raccontate a partire dai suoni custoditi in un luogo immaginario, l’Archivio Dendrosonico di Genova, ideato e curato da Francesca Berardi per RaiPlay Sound e scritto con Alessandro Bernard, Agnese Cornelio e Massimo Carozzi, Sara Poma, Marco Stefanelli.


In settima si è tenuta anche la riunione del Consiglio di Amministrazione che ha esaminato e approvato, all’unanimità dei presenti, le Linee guida del Piano Industriale, illustrate dall’Amministratore Delegato Roberto Sergio che prevedono l’ottimizzazione dei costi e delle risorse. Inoltre sono state nominate Alessandra Ferraro come Direttrice di Isoradio e Angela Mariella, che va a guidare la Direzione Relazioni Istituzionali.

In merito ai rilievi della Corte dei Conti sull’esercizio finanziario 2021 e alle decisioni dell’Agcom sull’ultima edizione del Festival di Sanremo, i vertici aziendali hanno preso rispettosamente atto delle valutazioni rappresentate e procederanno nelle opportune valutazioni.


La settimana, infine, si chiuderà nel segno della musica, quella “colta” e quella “popolare”. In occasione dell’apertura delle celebrazioni per il Centenario del Festival Lirico, “Arena di Verona – Cento anni in una notte”, con l’Aida di Verdi, sarà proposto da Rai Cultura in diretta in mondovisione su Rai1 il 16 giugno a partire dalle 20.35 ed il segnale internazionale verrà distribuito da EBU in tutto il mondo. Lo spettacolo dell’Arena di Verona, con la regia televisiva di Fabrizio Guttuso Alaimo, sarà trasmesso in diretta anche su Radio3, su Rai1 HD canale 501 e su RaiPlay, dove potrà essere visto per 7 giorni dopo la prima. Oltre quattro ore di trasmissione, completa di sottotitoli, per portare il capolavoro di Verdi nelle case degli italiani dal più emozionante dei teatri, che di quell’opera ha fatto il proprio simbolo. Il weekend alle porte, infine, sarà il primo dei sei appuntamenti con “Tim Summer Hits”, sei puntate con i successi musicali dell’estate. Sarà ancora Piazza del Popolo, a Roma, ad accogliere sabato 17, domenica 18 e lunedì 19 giugno le prime tre serate dello show che vedrà salire sul palco ben 70 artisti e che verrà proposto, in prima serata su Rai 1, a partire dal 25 giugno