A Nicola Crocetti la quattordicesima edizione del Premio Vittoriale

Condividi

“Perché ha scritto, tradotto, pubblicato, difeso, diffuso e soprattutto amato la poesia”. E’ questa la motivazione con cui il presidente Giordano Bruno Guerri ha spiegato la decisione della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani di conferire l’omonimo premio all’editore Nicola Crocetti.

Giunto alla 14esima edizione, il premio dal 2011 viene conferito a personalità di spicco nei più disparati ambiti del sapere – dal cinema alla scienza, dalla musica alla medicina – che, spiega la stessa fondazione, “abbiano lasciato, e continuino a lasciare, una traccia importante del loro operato”. 
Crocetti, oltre ad aver fondato nel 1981 una casa editrice e lanciato nel 1988 il mensile Poesia – dal 2020 entrambe parte del Gruppo Feltrinelli – ha tradotto decine di migliaia di pagine di narrativa dal greco e 130.000 versi dei maggiori poeti greci contemporanei. 

Jovanotti alla premiazione

Mercoledì 5 luglio alle 21.00 all’Anfiteatro del Vittoriale è in programma la consegna del premio, dalle mani dell’ospite Lorenzo Jovanotti, autore proprio con Crocetti di un’antologia di grandi poeti di ogni tempo e Paese (Poesie da spiaggia, Crocetti Editore 2022). 
Dopo la premiazione la serata proseguirà con una conversazione tra Crocetti e Jovanotti e il presidente Guerri.