Chiara Sbarigia nuova presidente Apa

Condividi

Chiara Sbarigia è la nuova presidente di Apa – Associazione Produttori Audiovisivi, prima donna in trent’anni eletta al ruolo, dopo 9 presidenti uomini. Prende il posto di Giancarlo Leone che ha deciso di lasciare l’associazione per dedicarsi al suo business di Q10 Media.

Chi è Chiara Sbarigia

Romana, laurea in lettere con lode, Sbarigia entrata in Apt, poi divenuta Apa, nel 1994, ha scalato tutte le posizioni fino a essere nominata direttore generale dell’associazione nel 2003 e presidente dell’Apa Service nel 2020.
Nel corso degli anni ha gestito l’internazionalizzazione e la formazione del settore e ha fondato e diretto operativamente il RomaFictionFest e il Mercato Internazionale dell’Audiovisivo (MIA).
Giurata al Premio Strega, al Festival delle serie tv di Montecarlo, fa parte del Collegio Soci Fondatori – Fondazione Cinema per Roma. Dal 2021 ricopre la carica di Presidente di Cinecittà SpA.

“Nuovo patto tra le categorie”

“Le profonde trasformazioni che hanno attraversato il mondo dell’audiovisivo, tra le quali la rivoluzione digitale che ha avuto un fortissimo impatto sull’industria mondiale, richiedono da parte nostra uno sforzo di aggiornamento per continuare a rimanere al passo con i tempi”, ha dichiarato la neo Presidente Sbarigia.
“Amplieremo il raggio delle ricerche di settore, approfondendole anche a livello internazionale, per disporre di strumenti utili nelle interlocuzioni con le istituzioni. Lavoreremo per un nuovo patto fra le diverse categorie, con l’obiettivo di una crescita armoniosa di tutto il settore, per far sì che accanto alle grandi imprese, alle quali va riconosciuto il merito di aver conquistato importanti posizioni nel mercato internazionale, possano crescere e svilupparsi anche quelle di dimensione minore, affrontando i loro problemi di accesso ai finanziamenti, e favorendo la
sinergia tra piccole, medie e grandi imprese” ha concluso Sbarigia.

Riconfermata la squadra di presidenza

Sbarigia ha riconfermato la squadra della presidenza. Restano quindi in carica i quattro vicepresidenti Gabriella Buontempo (Clemart), Matteo Levi (11 Marzo Film), Giovanni Stabilini (Cattleya) e Iginio Straffi (Rainbow).