Mauro Balata (foto Ansa)

La Lega Serie B rompe con HelBiz per inadempienze. Sky e Danz pagano di più ma…

Condividi

Non arriva al terzo anno il contratto per i diritti tv che la LNPB aveva siglato con Hell Biz Media per Hel Biz Live. Subentrano a coprire una parte del reddito cessante, come da contratto, Dazn e Sky, che già erano licenziatari del pacchetto delle partite della serie cadetta, ma i club ‘perdono’ 6 milioni.

Finisce l’era sui monopattini elettrici globali della Serie BKT. Sul sito della Lega di Serie B, LNPB, indirizzata alle squadre, c’è da stamane (28 giugno) una comunicazione sulla mutazione di assetto intervenuta in termini di diritti tv. In sintesi, Sky e Dazn pagheranno l’anno prossimo due milioni in più (+Iva) ciascuno, essendo venuta a mancare la collaborazione con HelBiz Media, per inadempienze contrattuali di quest’ultima.

La nota della lega guidata da Mauro Balata

La nota della LNPB recita che questo è avvenuto “Ai sensi dell’art. 4.1 del Contratto di licenza non esclusiva per il Pacchetto Dirette 2 di cui all’Offerta al Mercato “Pacchetti non esclusivi per trasmissioni in diretta a pagamento degli eventi della competizione per il territorio italiano”, pubblicata dalla Lega Nazionale Professionisti Serie B in data 15 aprile 2021”. In pratica nella stagione sportiva 2023/2024 il corrispettivo che ognuno dei licenziatari è tenuto a corrispondere per il pacchetto 2 è di 12 milioni, venendo a mancare i 10 di HelBiz Media.

In sintesi questo il nuovo assetto. Sul pacchetto 1 non è cambiato niente. Sky continuerà a pagare 16 milioni per la parte satellitare della fruizione. Sul pacchetto 2, prima tripartito, il costo del ‘canone’ per Sky e Dazn sale di 2 milioni. Già dall’anno prossimo – ma già c’erano problemi anche sulle rate precedenti – alla Lega Serie B verranno quindi a mancare 6 milioni di introiti. Dei dieci annuali prima garantiti da Helbiz Media, infatti, solo quattro possono essere coperti dall’aumento automatico corrisposto da Sky e Dazn.  

Risoluzione del contratto

Quanto sopra, recita ancora la nota inviata ai club di B, è successo “in ragione della declaratoria di risoluzione del Contratto da parte della LNPB con la licenziataria Helbiz Media Italia S.R.L stante l’inadempimento di quest’ultima alle obbligazioni di pagamento di cui agli artt. 4.1, 4.2 e 4.3 del Contratto”.

La mission mancata di HelBiz

Fondata nel 2021, controllata da Helbiz, HelBiz Media è una società nata in primo luogo per sviluppare, distribuire o offrire direttamente ai consumatori finali dei contenuti in linea con il target dei fruitori del servizio di mobilità, soprattutto attraverso il pacchetto HelBiz Live. Inoltre la società, nelle premesse, doveva pure funzionare da hub pubblicitario.  

Helbiz Media era pure il distributore esclusivo dei diritti audiovisivi su scala globale della Serie BKT, operando su broadcasters, OTT, agenzie di betting ed altri potenziali distributori del prodotto in tutto il mondo, con – ad un certo punto – trenta Paesi coperti dalle partite ed una grande visibilità conquistata. La regular season, ma anche play off e play out, avevano tra i territori coperti anche Usa e Serbia. L’abbonamento mensile su tutti i dispositivi è stato offerto da HelBiz Media nell’ultima stagione a 5,99 euro al mese di prezzo base, i play off ed i play out sono stati resi disponibili a 4,99 euro.

Cesserete pure di essere i distributori del prodotto? Matteo Mammì, responsabile di HelBiz Media non si sbilancia e prende tempo. “Stiamo discutendo su questi e altri dettagli, tra pochi giorni saremo più chiari…” spiega il manager passato anche per Sky, Medipro e Img.