‘Viva Rai2!’ cerca una nuova casa. Fiorello: mai più in via Asiago

Condividi

Lo showman taglia corto sulla polemica che coinvolge i residenti di Via Asiago: “siamo alla ricerca di una nuova location. Se non riusciremo a trovarla entro novembre Viva Rai2! sarà solo un bel ricordo”
L’ad Sergio: “soldi del canone non per i condomini”

Scoppia il caso ‘Viva Rai2!’. A coinvolgere la trasmissione mattutina con protagonista Fiorello non una polemica legata alla rete di messa in onda o al palinsesto – in cui tra l’altro al momento non è stata ancora inserita ufficialmente – ma le lamentele degli abitanti di via Asiago, dove il programma viene realizzato. Fino all’intervento dello stesso showman su Instagram. “Viva Rai2! non si farà mai più in via Asiago”, ha tagliato corto.

Alla ricerca di una nuova location

Da diversi giorni la stampa aveva riportato le proteste dei residenti, che lamentavano appunto rumori mattutini, sonno interrotto e sporcizia dovuti alla registrazione della trasmissione. Tanto che oggi era cirocalata la voce della decisione Rai di indennizzare gli abitanti.
Nel video, sfogliando i giornali, Fiorello legge alcuni articoli che riguardano la sua trasmissione per poi soffermarsi sul tema indennizzi. “Addirittura scrivono che la Rai sarebbe pronta a riconoscere un’indennità, soldi, ai condomini di via Asiago. Credo che ci siano strumentalizzazioni”, ha aggiunto.

“Facciamo così: siccome io devo fare il programma, chi meglio di me può dirvi come stanno le cose? Punto primo. Rinnovo le scuse per il danno, il fastidio arrecato. Non pensavamo che la trasmissione prendesse quella piega. Volevamo fare qualche balletto dentro il glass, poi il programma si è sviluppato fuori, con il pubblico che è arrivato da tutta Italia, casino, ci è sfuggito un po’ di mano. Punto 2 se si dovesse rifare Viva Rai2!, non si farà in via Asiago, quindi finitela di dire che ci sono riunioni condominiali, la Rai ecc. Non si farà mai più in via Asiago. Siamo alla ricerca di una nuova location. Se non riusciremo a trovarla entro novembre Viva Rai2! sarà solo un bel ricordo… Ma noi contiamo di trovarla. Via Asiago – conclude Fiorello – ora può dormire sonni tranquilli. Grazie, arrivederci, vi voglio bene, buona estate”.

La posizione Rai

Prima del video di Fiorello, sul tema indennizzi era avvivata anche la smentita in una nota ufficiale dalla Rai. “Non abbiamo mai pensato di incontrare singolarmente i residenti di via Asiago, così come non abbiamo mai previsto alcun tipo di indennizzo. Non ci prestiamo a queste strumentalizzazioni”, ha affermato viale Mazzini, parlando di “ricostruzioni fantasiose”.

La festa all’esterno per i 70 anni di Fabrizio Mollica, nel corso della puntata di Viva Rai 2! (Foto Ansa)

L’intervento dell’ad Sergio

Un punto di vista ribadito dallo stesso ad Sergio. “In questa querelle che vede coinvolta una delle trasmissioni più seguite della scorsa stagione e i condomini di Via Asiago sento il dovere di intervenire direttamente per chiudere, spero definitivamente, la vicenda”, ha affermato. “Non abbiamo mai contattato singolarmente i residenti di via Asiago e non abbiamo mai pensato a indennizzi economici. I soldi del canone non vengono sprecati in questo modo, servono invece per offrire prodotto di servizio pubblico ai cittadini. Mi auguro che dopo questa mia dichiarazione tutte le voci infondate, non credibili, false, cessino definitivamente. Come anticipato da Fiorello lavoreremo per proporre una seconda edizione di VivaRai2! ancora più ricca e interessante”, ha concluso Sergio.