Bfc Media: Ammaturo acquisisce le quote di Masetti e JD Farrods

Condividi

In totale, l’imprenditore campano aumenta del 18,23% la sua presenza nel gruppo

Il 12 luglio (e in seconda convocazione per il 13 luglio) è in programma l’assemblea degli azionisti di Bfc chiamata a deliberare sul delistin della società.
Alla vigilia dell’appuntamento il gruppo, di cui controlla il 71,64% la IDI di Danilo Iervolino, ha annunciato un accordo che coinvolge gli altri soci – Alga di Donato Ammaturo e Denis Masetti e la società a lui riconducibile J.D. Farrods Group Luxembourg S.A. – riscrivendone l’assetto.

In base all’intesa, le quote detenute direttamente da Masetti (0,42%) e da JD Farrods (17,81%) verranno rilevate da Ammaturo. L’operazione riguarda complessivamente n. 578.727 azioni di BFC (cioè n. 565.477 azioni di JD Farrods e n. 13.250 azioni quanto al dott. Masetti), pari al 18,23% del capitale, “ad un prezzo pari a Euro 3,75 per azione, per un corrispettivo complessivo pari a Euro 2.170.226,25”.

La presenza di Ammaturo nel gruppo

Con l’operazione cresce duque ulteriormente la presenza di Donato Ammaturo in Bfc, di cui già deteneva il 3,6%. L’imprenditore campano, tra l’altro, come segnalato nella nota che annunciava il delisting, “ha manifestato la disponibilità ad acquistare dagli azionisti, diversi da quelli che avranno votato a favore del delisting, le azioni detenute dagli stessi fino ad un massimo di 93.250 azioni, pari a circa il 2,94% del capitale sociale”.