Mediaset: archiviata inchiesta su Bollorè e De Puyfontaine

Condividi

E’ stata archiviata l’indagine sulla presunta scalata di Vivendi a Mediaset in cui i vertici del gruppo francese Vincent Bollorè e Arnauld De Puyfontaine erano accusati di manipolazione del mercato e di ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza.

Ad accogliere la richiesta avanzata nel novembre 2021 dal pm Silvia Bonardi è stato il giudice Marta Pollicino che ha anche chiuso, solo per Bollore’, un ulteriore episodio di market abuse finalizzato all’ingresso di Groupama in Premafin, che risale all’autunno 2010, avvenuto attraverso le società a lui riconducibili Financiere De l’Odet e Financiere Du Pereguet.

Le indagini, avviate a fine 2016 su denuncia di Fininvest e Mediaset dopo che Vivendi era salita fino alle soglie del 30% nel capitale del gruppo televisivo italiano, si erano chiuse a dicembre 2020. Nel maggio 2021 ci fu poi l’accordo di pace tra i due gruppi sui diversi contenziosi in essere e sulla progressiva riduzione della presenza di Vivendi nell’azionariato di Mediaset.