Vigilanza Rai: si allunga al 20 settembre il termine per parere sul Contratto di servizio

Condividi

Come previsto, si allungano i tempi concessi alla Commissione di Vigilanza per esprimere il proprio parere sul contratto di servizio Rai. Lo slittamento fa scivolare al 20 settembre il termine per i lavori della bicamerale.

Floridia: “lavoro approfondito”

“La notevole mole di audizioni e la volontà condivisa di svolgere un lavoro approfondito non consentirebbero d’altronde di esprimere il parere entro le prossime due settimane”, ha affermato la presidente dell’organismo Barbara Floridia, specificando che la richiesta al Mimit è stata avanzata su “richiesta unanime dei componenti della commissione di Vigilanza”.

“Ringrazio il ministro Urso, ha concluso, per la disponibilità nei confronti della commissione di Vigilanza, nella consapevolezza della comune volontà di giungere alla definizione di un testo capace di intercettare e di esprimere le sfide, le ambizioni e gli obiettivi del servizio pubblico per i prossimi cinque anni”.

L’iter

Il percorso dello schema in Vigilanza prevede audizioni, dibattito sul parere e la sua approvazione. Dopo il via libera dalla bicamerale, il testo tornerà all’esame del ministero delle Imprese e del Made in Italy e di Viale Mazzini, che valuteranno le modifiche da apportare alla luce delle osservazioni fatte, per poi procedere all’approvazione definitiva.