L’aria che tira sui giornali. La telefonata del cuore

Condividi

A volte una telefonata fatta al momento giusto può contare, in politica, più di ogni altra cosa. E difatti non
va sottovalutata la decisione di Giorgia Meloni non solo di aver chiamato l’amico Santiago Abascal, il leader di Vox, nel cuore della notte per esprimergli tutta la sua solidarietà per la quasi “debacle” subita dal partito della destra spagnola, ma di aver voluto anche, per motivi di coerenza e di non scalfita solidarietà,
renderla nota ai giornali e al parterre politico di casa nostra, perché avessero subito contezza del peso e del significato di quel suo gesto.

Perché non vi è dubbio che la quasi plateale, e tutt’altro che prevista, sconfitta elettorale di Vox crei non pochi problemi a Meloni che ormai da mesi stava lavorando, in combine con Vox, Orban e altri, alla costruzione di una piattaforma politica di destra che a Bruxelles possa finalmente condizionare il sovrastante potere acquisito da anni dai partiti che invece restano incollati al centro liberal moderato del Ppe.
E proprio Vox era parso il partito in grado di modificare verso destra gli equilibri di un “potentato liberale” che da fin troppo tempo dettava legge. Ma ora la strada è più in salita anche se la destra non ha ancora perso la speranza di poter raggiungere qualche significativo traguardo. E comunque anche il caos in cui è all’improvviso piombata la politica spagnola con un partito popolare che non sa ancora dove e come racimolare voti per comporre un nuovo governo non ha fatto perdere alla Meloni tutte le speranze.
Certo però senza più contare su Vox la cui risalita, anche se in Spagna si dovessero rifare le elezioni, appare poco probabile.
Il che non vuol dire che la nostra inarrestabile premier abbassi la testa.

Intanto però non è da sottovalutare la sua pur lieve correzione di tiro nei confronti dell’opposizione con la quale parrebbe ora disposta a trattare per trovare almeno un accordo sul salario minimo, un eventuale “disgelo” che poi potrebbe prefigurarne altri temi, magari anche di riforma della giustizia.
Per poi, orfana di Vox, studiare piani per le europee forse di diverso conio.