Milano, ponte verso le Olimpiadi

Condividi

Prove tecniche di Giochi olimpici. Dopo una notte in cui la città è stata flagellata dal maltempo, Milano si fa trovare pronta all’arrivo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, giunto nel capoluogo lombardo per aprire i Campionati del mondo di scherma in corso di svolgimento all’Allianz MiCo.

Un momento della cerimonia di apertura

È la prima volta che accade in Italia per questa disciplina. “La vicinanza del presidente Mattarella è un vanto e un orgoglio per il nostro mondo”, ha sottolineato il presidente del Coni Giovanni Malagò.
Al termine della cerimonia di apertura, alla quale erano presenti anche il Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi, il presidente della Federscherma Paolo Azzi, il presidente del Comitato promotore Marco Fichera, il presidente della Federazione Internazionale di scherma Emmanuel Katsiadakis, il presidente del Comitato Regionale Coni Lombardia Marco Riva, il governatore Attilio Fontana e il sindaco Giuseppe Sala, il presidente Mattarella si è soffermato con quest’ultimo proprio per avere gli ultimi aggiornamenti sui danni subito dalla città.

La cerimonia inaugurale, condotta magistralmente da un’impeccabile padrona di casa come l’ex campionessa di fioretto e testimonial della manifestazione Elisa Di Francisca, ormai abituata a calcare i palcoscenici televisivi, è stata intensa ed emozionante con uno straordinario gioco di luci e avvolta dal calore dei colori del tricolore, su un suggestivo sfondo dedicato all’acqua.

Un momento della cerimonia di apertura

Giunta Coni a Casa Italia

A un anno dall’apertura dei Giochi olimpici di Parigi 2024, si è tenuta a Casa Italia all’Arco della Pace, anche la Giunta Coni.


Tanti i temi toccati dal presidente Malagò nella successiva conferenza stampa. A cominciare dallo stato dei lavori per Milano Cortina 2026.
“Io sono un inguaribile ottimista però bisogna anche essere realisti: é una corsa contro il tempo”, ha ammesso il n. 1 del Coni. “Mi preoccupa tutto quello che non dipende da noi. Conosciamo quelli che sono i problemi delle infrastrutture nel nostro Paese. A Roma stanno facendo adesso i lavori sulla via Tiburtina che dovrà portare 50 mila persone al giorno alla Ryder Cup di golf. Faranno i test tre giorni prima dell’avvio però sono sicuro che ce la faranno”.

Prima della pausa estiva, è previsto un incontro con il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, insieme a tutti gli stakeholder di Milano Cortina.
“A Parigi hanno chiuso una partnership con Lvmh a un anno dalla Cerimonia inagurale. Ci auspichiamo che questo possa accadere anche a noi. I giochi hanno la titolarità di Milano e Cortina ma sono dell’intero territorio, una carta organizzativa importante in termini di credibilità anche per la candidatura dell’Italia a ospitare gli Europei di calcio”, ha affermato Malagò.
Infine un pronostico. “A Parigi potremmo fare meglio di Tokyo in termini di medaglie”, ha concluso.