Radio Italia Live fa il botto: 15,1 milioni di total audience secondo GroupM

Condividi

Un nuovo record per l’evento musicale dell’emittente radiofonica guidata da Mario Volanti, che quest’anno ha proposto il concertone in versione doppia, a Milano e Palermo. Con grandi consensi: secondo la unit Business Intelligence & Insight di GroupM Italy, le persone che hanno seguito almeno una data del doppio concerto attraverso uno dei tanti canali disponibili sono state 15 milioni e 97 mila

Un format consolidato e sempre più crossmediale. Radio Italia Live – Il Concerto, il grande evento musicale gratuito tornato nel 2023 alla fortunata formula doppia (con una prima a Milano, il 20 maggio, e una seconda data a Palermo il 30 giugno), ha superato quota 15 milioni di individui esposti aggiungendo un altro segno positivo a una lunga serie di successi iniziata nell’ormai lontano 2012.

Secondo l’analisi realizzata dalla unit Business Intelligence & Insight di GroupM Italy guidata da Federica Setti, le persone che hanno seguito almeno una data del doppio concerto attraverso uno dei tanti canali disponibili, da TV8 e Sky Uno alle frequenze di Radio Italia passando per gli account social dell’emittente, sono stati per la precisione 15 milioni e 97 mila: un dato in crescita del 5% rispetto a quello registrato nell’ultima edizione doppia, un nuovo record nella decennale storia dell’evento musicale. E se la TV ha continuato a mantenere il suo ruolo di protagonista entusiasmando da sola quasi 9 milioni di persone, a permettere alla manifestazione di crescere sono stati soprattutto i canali digitali e il mezzo radiofonico, a testimonianza di un ecosistema mediale che gode di ottima salute.

Tutti i partner

Alessandro Volanti, Direttore Marketing e Commerciale di Radio Italia (nella foto sotto) ha dichiarato: “Voglio ringraziare nuovamente tutti i partner di Radio Italia Live – Il Concerto per aver creduto in noi e nella forza di questo evento che quest’anno si è svolto a Milano e Palermo con due appuntamenti incredibili. Ringrazio Rai Pubblicità che insieme alla nostra divisione marketing e commerciale, ha svolto un prezioso lavoro durante questi mesi intensi. Grazie a Goigest che, insieme al nostro ufficio stampa interno, ha contribuito alla promozione del nostro concerto a livello nazionale. Infine, un doveroso ringraziamento a GroupM che, come ogni anno, ha sviluppato un’analisi attenta e puntuale che ci conferma l’entusiasmo sempre crescente del pubblico”.

Andrea Franzoni, Consumer Insight Supervisor di GroupM Italy ha commentato: “Una delle chiavi di questo successo è senz’altro rappresentata dalla capacità di Radio Italia di presidiare e rinnovare i canali tradizionali, aggiungendone e padroneggiandone anche di nuovi che, di volta in volta, entrano a far parte delle abitudini dei consumatori. Basti pensare alla crescita verticale del contributo dato dai social, che hanno quasi raddoppiato il loro peso rispetto al 2019, e in particolare al ruolo dell’account TikTok di Radio Italia che due anni fa non esisteva e che oggi ha generato più interaction di Facebook e Twitter messi insieme, ma anche al contributo offerto da APP, smartphone e Smart Speaker”.

 LA FORZA DELLA MULTIPIATTAFORMA E DEI SOCIAL

Se il dato di Total Audience stimato da GroupM parla di oltre 15,1 milioni di persone esposte all’evento, particolarmente significativo – per raccontare l’evoluzione di una radio diventata negli anni un vero e proprio ecosistema media – è il dettaglio del contributo offerto dai diversi mezzi.

La televisione ha mantenuto ben saldo il suo ruolo di primo mezzo, portando il concerto nelle case di 8,6 milioni di italiani (tanti sono stati esposti in diretta ad almeno uno spezzone del concerto, tra TV8, Sky Uno e Radio Italia TV) e garantendo un AMR di quasi 800.000 per ognuno dei due concerti; il secondo gradino del podio è spettato, invece, ai canali digitali e alle piattaforme social, capaci di generare un’audience incrementale di 3,3 milioni di persone in prossimità del giorno del concerto e di dare un profondo contributo alla sua riuscita. La campagna social dedicata all’iniziativa, infatti, ha permesso di far vivere l’evento sugli schermi degli appassionati di musica per oltre due mesi, costruendo l’aspettativa nelle settimane precedenti e rilanciando i migliori video delle performance nei giorni successivi, generando (se si considerano solo le properties di Radio Italia) oltre 57 milioni di impression e più di 1,6 milioni di interaction organiche con i profili Instagram e TikTok di Radio Italia in prima fila.

Per nulla trascurabile, infine, anche il contributo del mezzo radiofonico, capace di coinvolgere – considerando le due serate – circa 3,1 milioni di persone.