Ai: le big si alleano per “sviluppo sicuro e responsabile”. Nasce il Frontier Model Forum

Condividi

Ne fanno parte Anthropic, Google, Microsoft e OpenAI. Tra gli obiettivi anche la collaborazione con politica, ricerca e aziende

Alleanza tra le aziende tecnologiche che si occupano di Intelligenza Artificiale. Anthropic, Google, Microsoft e OpenAI hanno annunciato la formazione del Frontier Model Forum per garantire “uno sviluppo sicuro e responsabile dei modelli di IA”.

Obiettivi e aree chiave

“L’organismo, spiega una nota, attingerà alle competenze tecniche e operative delle aziende associate a vantaggio dell’intero ecosistema di Intelligenza artificiale”, ad esempio attraverso l’avanzamento di valutazioni tecniche, lo sviluppo di una libreria pubblica di soluzioni per supportare le migliori pratiche e gli standard del settore.

Tra gli obiettivi del Forum rientrano anche la promozione della ricerca sulla sicurezza dell’IA, ma anche l’identificazione delle migliori pratiche per lo sviluppo responsabile, nonchè la collaborazione con responsabili politici, accademici, società civile e aziende per condividere le conoscenze su possibilità e rischi per la sicurezza, e il sostegno agli sforzi per sviluppare applicazioni che possano aiutare a far fronte alle maggiori sfide della società.

Il Forum si concentrerà su tre aree chiave nel corso del prossimo anno: identificare le migliori pratiche per l’intelligenza artificiale promuovendo la condivisione delle conoscenze e le migliori pratiche tra l’industria, i governi, la società civile e il mondo accademico; promuovere la ricerca sulla sicurezza dell’IA; facilitare la condivisione delle informazioni tra aziende e governi.

Adesione aperta

Nei prossimi mesi, il Frontier Model Forum “istituirà un comitato consultivo per guidarne la strategia e le priorità”.
L’adesione è aperta alle organizzazioni che sono “disposte a contribuire all’avanzamento degli sforzi del Forum anche partecipando a iniziative congiunte”. L’organismo “invita le organizzazioni che soddisfano questi criteri ad unirsi”.

(Nella foto, da sinistra: Brad Smith, vicepresidente e presidente di Microsoft, Kent Walker, president, Global Affairs, Google & Alphabet e il ceo di OpenAI, Sam Altman)