Cartia D'Asero

Il Sole, un vecchietto in salute

Condividi

Il quotidiano compie 158 anni e chiude una semestrale che “ profuma di speranza e di continuo rilancio” sottolinea l’ad Mirja Cartia d’Asero

“Oggi Il Sole 24 Ore compie 158 anni”, scriveva ieri su Twitter Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, l’editrice del giornale, riferendosi al 1 agosto 1863, data della nascita del quotidiano economico per iniziativa di Gaetano Semenza. La testata attuale, Sole 24 ore, è stata adottata nel 1965 dopo la fusione con 24 ore. Bonomi poi esprime “un ringraziamento a tutte le donne e gli uomini del giornale che ogni giorno, con grande professionalità, esprimono il meglio dell’informazione economica al servizio dei lettori e del Paese”.

Gli fa eco su LinkedIn Mirja Cartia d’Asero, l’ad del Gruppo 24 ore, che scrive “oggi il consiglio di amministrazione ha approvato una semestrale che profuma di speranza e di continuo rilancio”. E spiega: “I risultati sono in crescita rispetto al primo semestre 2022 portando avanti il trend di miglioramento della marginalità e della posizione finanziaria netta. A livello consolidato si registra un ebitda positivo per 14,9 mln di euro in miglioramento di 4,5mln; un ebit positivo per 8,5mln di euro in miglioramento di 6,2mln e un risultato netto positivo per 5,4mln di euro, in miglioramento di 5,8mln di euro”.

E poi il giusto riconoscimento per chi ha contribuito “una grande squadra e agli sforzi di tutti gli stakeholders, i dipendenti per primi” per concludere che “Pur in un contesto complicato, stiamo dimostrando una incredibile forza di rilancio e una speranza per tutto il comparto dell’editoria e dei media in generale, all’altezza della grande multimedia tech company che siamo”.