Maurizio Gasparri (Foto LaPresse)

Gasparri scatenato con Usigrai: dimostra allergia alla verità sulle vicende interne

Condividi

“L’Usigrai sceglie la condotta del coniglio e replica, senza rispondere, alle mie domande, scappando e dimostrando allergia al coraggio e alla verità. Sono abituati a fare gli inquisitori e non amano la trasparenza. Sono abituati a ottenere qualche promozione e non a rendere conto in modo pieno dei propri bilanci. Facciano uno sforzo e trovino il coraggio di rispondere. Non si vive solo per occupare qualche poltrona e prima o poi l’Usigrai lo capirà. Rispondano alle domande che ho fatto”. Così – ripreso da Adnkronos – Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia e vicepresidente dell’aula di Palazzo Madama, che poi torna a incalzare il sindacato dei giornalisti Rai.

“Ci sono novità sulle cifre sottratte ai bilanci del sindacato unico dei giornalisti Rai? Ci sarà più trasparenza in fatto di bilanci? Ci saranno procedure di controllo che possano rassicurare chi si iscrive e paga quote che sono state in parte, a quanto pare, sottratte all’Usigrai? Ci sarà rispetto per le minoranze interne o questo sindacato manterrà le sue prassi sovietico-centraliste? L’Usigrai poi ci può dire se tutti i propri collaboratori in passato abbiano avuto posizioni lavorative, fiscali e contributive in piena regola?”, chiede l’esponente azzurro. “Bilanci oscuri e lavoro nero sono scelte impossibili per un sindacato certamente ‘rosso’. Evitino repliche a tarda sera senza rispondermi, tanto per dire che non hanno ignorato le mie parole. Rispondano alle domande, che possono essere fatte ma possono anche arrivare. Lo scandalo dei fondi rubati non si chiude qui. L’articolo 39 della Costituzione indica anche all’Usigrai la via del rispetto di tutti i propri iscritti. Non potranno scappare in eterno, fuggendo dalle domande e inseguendo poltrone e prebende. Io insisterò. E, a differenza loro, non scappo mai”, conclude Gasparri.