Calcio e diritti tv, Marotta: invasione araba può incidere

Condividi

L’invasione araba che sta interessando il calcio può avere un peso anche sul fronte dei diritti tv. A sostenerlo l’amministratore delegato dell’Inter Giuseppe Marotta, intervistato dalla Radio TV Serie A con Rds. “Dobbiamo negoziare i diritti TV e questa invasione del calcio arabo può incidere”, ha spiegato il manager.

Come è cambiato il mercato

“Sul mercato non escludo possano arrivare altre richieste per calciatori nostri e di altri club ma è impossibile cercare di trasferire giocatori che fanno parte dell’ossatura della squadra”, ha aggiunto. Ripercorrendo la sua esperienza nel calciomercato, Marotta ha spiegao anche come è cambiato il contesto negli anni. “Questo è il mio 47° mercato in Italia e siamo molto diversi da quello che era il calcio degli anni ’90, dobbiamo rincorrere operazioni che diano vantaggi. Non siamo più nelle condizioni di fare investimenti, anche nei nostri bilanci il player trading è diventata una caratteristica”.

Fenomeno arabo “improvviso”

“Questo fenomeno è arrivato all’improvviso, tante leghe europee non erano pronte e non abbiamo ancora decifrato l’effetto”, ha poi affermato, parlando dell’interesse del mondo arabo per il calcio.
“Dal punto di visto spettacolo sportivo la qualità è scesa, hanno preso 22 giocatori di fascia importante. Non era come la Cina che prendevano giocatore in pre-pensionamento, gli arabi hanno preso giocatori veri e i club europei hanno incassato”, ha concluso.