Telecolor a Ixora e Media Alpi Pubblicità

Condividi

Cambia l’assetto azionario per B33, azienda, editrice di VB33 emittente televisiva leader a Bolzano.
Ixora team, società specializzata nelle comunicazioni online e Media Alpi Pubblicità – che fa riferimento al gruppo Athesia di Michl Ebner – ne hanno acquisito il 75,5% (rispettivamente con quote del 51% e del 24,5%) dalla famiglia Baronio, titolare del Gruppo editoriale Telecolor, che rimane nella società con il 24,5%.

L’obiettivo dell’acquisizione, si legge nella nota che annuncia l’accordo, è quello di “lanciare una nuova emittente televisiva regionale a vocazione economica, partendo dall’esperienza di Video 33”.
A rinforzo, verrà aperta a Trento una seconda redazione – dove verrà trasferita anche la sede dell’emittente – , con un piano editoriale “confezionati tenendo conto delle specificità e delle esigenze della comunità trentina”.

L’attenzione al mondo dell’economia e delle aziende, si legge ancora, diventa quindi una delle basi su cui poggia il progetto, insieme alla “dimensione regionale” e al “supporto attivo dell’Autonomia, intesa non solo come Istituzione di Autogoverno, ma anche e, soprattutto, come “modo di essere e di agire” delle nostre comunità culturali, sociali e economiche”.
“Tre fondamenti, si legge in conclusione, che si esplicitano nel raccogliere, interpretare e diffondere le notizie e le informazioni che nascono e si sviluppano nello spazio regionale, rispettando le tipicità dei due territori provinciali, ma mantenendoli virtuosamente in sinergia”.

Il commento di Sjg e Fnsi

“Il gruppo Athesia di proprietà della Famiglia Ebner, attraverso la controllata Media Alpi Pubblicità srl (con il 24,5%) e Ixora Team Srl, partecipata al 100% da Seac Spa di Confcommercio Trentino con il 51%, entra nel settore televisivo, acquisendo la maggioranza di B33, editrice di Video33 di Bolzano che aprirà una redazione a Trento, dove trasferirà la sede. Un accordo sindacale verrà firmato dopodomani a Bolzano”.

Lo rende noto un comunicato congiunto del Sindacato Giornalisti del Trentino Alto Adige, della Federazione Nazionale della Stampa Italiana e di Fistel SgbCisl, che da mesi stanno seguendo la vicenda.

“La nuova proprietà insieme all’amministratore Simone Baronio (che rimane con una quota minoritaria del 24,5%) si è impegnata a mantenere l’occupazione con annunciate nuove assunzioni di giornalisti e tecnici. Mentre investe nella TV, lo stesso gruppo 8 giorni fa ha richiuso Il Nuovo Trentino tenuto in vita per 10 mesi per “insostenibilità economica”.

“A Bolzano, rimarca ancora la nota, Video33 è leader tra le TV private, con lo sbarco a Trento salgono a tre le emittenti la cui sostenibilità economica verrà decisa dal mercato.
Sorgono spontanei interrogativi sulla strategia industriale che non può sfuggire ad oggettivi criteri economici unanimemente riconosciuti ed accettati”.

“Impossibile non rimarcare la tempistica dell’investimento in una nuova attività editoriale televisiva con la pressochè concomitante richiusura del Trentino: Sindacato regionale giornalisti e Fnsi manterranno alta la guardia sulla promessa ricollocazione dell’intero corpo redazionale del Nuovo Trentino richiuso, comprese le due praticanti giornaliste, al sito o all’interno del gruppo”.

Sindacato Giornalisti, Fnsi e Fistel SgbCisl auspicano che con i nuovi azionisti possano continuare le positive relazioni industriali consolidate con l’attuale amministratore Simone Baronio.