Anche Tencent e Alibaba puntano sull’IA

Condividi

Il gigante cinese dei motori di ricerca Baidu prevede di lanciare Ernie 4, la prossima versione del suo modello di linguaggio di grandi dimensioni con intelligenza artificiale generativa, entro la fine di quest’anno.


L’ha comunicato ieri il fondatore Robin Li, secondo quanto riferisce Nikkei Asia.

Baidu ha rilasciato Ernie 3.5 a giugno, sostenendo che ha ampiamente superato ChatGPT 3.5 di OpenAI e ha battuto il più avanzato GPT 4 in alcune competenze della lingua cinese. Ernie Bot, la prima risposta pubblica cinese al bot di chat generativo di OpenAI, è stata presentata da Baidu a marzo.

Ernie Bot rimane disponibile solo per un numero limitato di utenti poiché Baidu attende il via libera da Pechino per il lancio al pubblico delle app rivolte ai consumatori.

“Non abbiamo una data esatta, ma la tendenza è molto promettente”, ha detto Li agli analisti in una teleconferenza, affermando che “abbiamo osservato che il governo cinese è stato sempre più favorevole allo sviluppo dell’intelligenza artificiale e dei bot… siamo piuttosto ottimisti riguardo al futuro di un contesto normativo migliore.”

Li ha aggiunto che l’intelligenza artificiale generativa “è piuttosto nuova ed è comprensibile che le persone possano avere preoccupazioni sulla privacy degli utenti, sulla protezione (della proprietà intellettuale) e sull’etica dell’IA. Quindi dovrebbero essere definiti determinati requisiti normativi”.

Le nuove normative cinesi sull’intelligenza artificiale generativa, le prime e più dettagliate al mondo sull’intelligenza artificiale, sono entrate in vigore la scorsa settimana. Una legislazione più completa arriverà quando il Consiglio di Stato, cioè il governo, presenterà quest`anno un progetto di legge sull`intelligenza artificiale per la revisione da parte del principale organo legislativo del paese.

L’annuncio di Ernie 4 da parte di Li arriva mentre la rivale nazionale Tencent Holdings si prepara a svelare il suo modello di base Hunyuan quest’anno. Alibaba Cloud ha presentato il suo servizio simile Tongyi Qianwen ad aprile.

Spinto dalla crescita della pubblicità, ieri Baidu ha registrato ricavi migliori del previsto per il trimestre terminato il 30 giugno, in crescita del 15% su base annua a 34,06 miliardi di yuan (4,67 miliardi di dollari).