Le sparate omofobe di Morgan mettono a rischio la presenza a ‘X Factor’?

Condividi

Dopo nove anni di assenza, quello di Morgan a X Factor doveva essere un grande ritorno. E invece, ancora prima dell’inizio dello show, si è trasformato in un gran pasticcio. Dopo la scenata sul palco, con tanto di insulti omofobi, al Parco archeologico di Selinunte, l’ex leader dei Bluvertigo rischia il posto da giudice.

E’ quanto scrive Alice Castagneri su Lastampa.it. In casa Sky, al momento, nessuno commenta. Sui social, invece, di commenti indignati se ne leggono a dozzine. La richiesta è la stessa: escludere Morgan dal programma, che partirà il 14 settembre.

Tra il 2008 e il 2014 il cantante ha partecipato a sette edizioni dello show vincendone ben cinque. Ma, dopo le frasi dell’altra sera, Morgan potrebbe non avere un’altra occasione di rientrare nello show.

«Non c’è spazio per lui», «Fuori Morgan e chiunque utilizza discorsi d’odio. Grazie», e poi ancora «Morgan, per me è un No!»: i fan di X Factor, infatti, si schierano apertamente, tanto da inondare il profilo social del talent. «Quindi pensate ancora di tenere nel panel questo individuo dopo la scena di ieri sera? State dando visibilità ad un essere che si permette di insultare la gente che lo va a vedere, urla insulti omofobi a gratis e si crede un Dio sceso in Terra quando non è neanche più in grado di cantare. Che schifo», scrive un altro fan arrabbiato.

Le scuse di Morgan non bastano a calmare le acque. «Tutti possiamo sbagliare e io ho sbagliato a usare una infelice espressione che a me per primo non piace, non vado fiero di averla usata e, se potete, accettate le mie scuse», scrive Morgan in una storia pubblicata sul suo profilo Instagram. «Non sono omofobo e condanno chi non ha rispetto per gli altri, al di là delle categorie a cui ci sentiamo di appartenere, è all’essere umano che si deve rispetto e, quindi, la mia reazione di ieri sera è stata ingiustificabile, una pessima caduta di cui mi scuso sinceramente», aggiunge. Infine il cantautore spiega la sua reazione: «É stata provocata dall’essermi sentito ferito nell’anima perché avevo appena dato tutto me stesso in una canzone improvvisata in quel luogo meraviglioso e commovente. L’avermi chiesto una cover di Battiato come fossi un jukebox, dopo una delle più ispirate performance della mia vita, mi ha letteralmente ucciso». […]

«Se Morgan resta, quest’anno niente X Factor. Anni di messaggi pro-inclusione e tolerance spazzati via da un individuo del genere. Mi auguro venga fatta una sostituzione, come nel caso di Asia Argento, che venne mandata via per molto meno», sottolinea un commento. Insomma, il pubblico invoca a gran voce «provvedimenti rapidi e definitivi». E probabilmente – conclude la giornalista de Laspampa – non tarderanno ad arrivare.